Le nuove proposte di legge dell’UE per il secondo semestre 2022

66

Il Parlamento Europeo ha presentato, attraverso il discorso della presidente Ursula von der Leyen, le principali priorità e sfide dei prossimi 12 mesi e in particolare le leggi che verranno approvate nel secondo semestre del 2022:

  • Sicurezza energetica: si tratta senza dubbio della principale preoccupazione dei cittadini europei dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina a causa del grande aumento dei prezzi di petrolio e gas. Verranno votate alcune misure per ridurre la dipendenza europea dai combustibili fossili russi e per incentivare la produzione di energia verde e rinnovabile.
  • Caricabatterie universale: per facilitare la vita dei consumatori e ridurre i rifiuti elettronici verrà approvata la norma per un caricabatterie universale per tutti i dispositivi elettronici, come cellulare, tablet e cuffie. Nel 2024 la porta USB di tipo C diventerà il caricabatterie standard nell’UE, indipendentemente dal produttore.
  • Conferenza sul Futuro dell’Europa: verrà dato seguito alle 49 proposte di riforma dell’UE presentate dalla Conferenza, in autunno poi si terrà un evento per dare seguito alla Conferenza e informare i cittadini sui progressi compiuti.
  • Salari minimi adeguati: il Parlamento approverà la prima normativa UE sui salari minimi adeguati che chiederà a ogni Stato membro un salario minimo a livello nazionale che garantisca uno standard di vita dignitoso.
  • Intelligenza artificiale: la legge sull’intelligenza artificiale (IA) dovrebbe sbloccare il potenziale dell’IA in campi come la salute, l’ambiente e i cambiamenti climatici. L’obiettivo è l’assunzione di un ruolo chiave da parte dell’UE in questo campo con standard che riflettano i valori europei.
  • Parità di genere sul luogo di lavoro: verrà approvata la Direttiva “Women on Boards” (donne nei consigli di amministrazione) che punta ad aumentare la parità di genere nei consigli di amministrazione delle grandi aziende. Verranno avviati i negoziati con il Consiglio per la Direttiva sulla trasparenza salariale che permetterebbe un confronto tra stipendi e una comparazione tra i divari retributivi di genere.
  • Lavoratori delle piattaforme digitali: verrà presentata una direttiva per il miglioramento dei diritti dei lavoratori delle piattaforme digitali, come Uber e Deliveroo, in particolare la concessione di uno status occupazionale corrispondente alle loro modalità di lavoro.
  • Criptovalute: gli eurodeputati saranno chiamati ad esprimersi sul quadro giuridico per le criptovalute nell’UE. Le norme approvate a giugno prevedono misure contro la manipolazione del mercato e la prevenzione del riciclaggio di denaro, del finanziamento del terrorismo e di altre attività criminali.
  • Premio Sacharov: a dicembre verrà consegnato l’annuale Premio Sacharov per la libertà di pensiero a favore degli individui e le organizzazioni che difendono i diritti umani e la democrazia in tutto il mondo. L’anno scorso è stato assegnato al leader dell’opposizione russa Alexei Navalny.

Per saperne di più: il comunicato del Parlamento europeo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here