La Commissione europea a sostegno alle regioni dell’UE sui progetti di nuove tecnologie

728

La Commissione europea, con una nuova azione pilota lanciata nel settembre 2017, sostiene partenariati interregionali su settori e progetti prioritari ad alta tecnologia, quali i big data, l’efficienza delle risorse, le tecniche di produzione avanzata, la bioeconomia e la cybersicurezza.

Attraverso la creazione di una piattaforma comune, le regioni potranno confrontare, esporre e sviluppare i loro progetti e rafforzare la loro competitività  nell’economia globalizzata moderna.

Il 7 dicembre scorso la Commissione ha selezionato otto partenariati interregionali, che svilupperanno progetti nel settore della stampa 3D, della bioeconomia, della cybersicurezza, nel campo dell’energia rinnovabile marina e nel settore delle costruzioni sostenibili. Anche alcune regioni italiane sono coinvolte in questi progetti. La Lombardia infatti, insieme ad altre sette regioni si specializzerà sull’economia circolare, la Toscana, con altre ventidue regioni, si concentrerà sull’agricoltura high-tech, mentra l’Emilia Romagna insieme con l’Andalusia, guiderà un gruppo di nove regioni verso lo sviluppo di progetti in materia di tracciabilità e big data nel settore agroalimentare.

 

La Commissione fornirà servizi diretti per aiutare le regione ad utilizzare i fondi dell’UE. Per aiutare le regioni nello sviluppo pratico di tali progetti, ha deciso di finanziare, attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), 200 000 EUR ad ogni partenariato, per ricevere consulenze esterne e finalizzare i loro progetti.

Questi partenariati, che cominceranno a gennaio 2018 e continueranno fino al 2019, serviranno alla Commissione anche nella riflessione sulla specializzazione intelligente dopo il 2020. Questo lavoro è la conseguenza di politiche attive già da anni, che hanno portato allo sviluppo di 120 progetti sulla specializzazione intelligente delle regioni, per un totale di investimenti di 40 miliardi di euro.

Per approfondire

 

http://europa.eu/rapid/press-release_IP-17-5108_it.htm

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here