Italiani i più intolleranti nell’UE con i rom

1623

Mentre in Italia si susseguono le iniziative contro la schedatura dei rom decisa dal governo, un sondaggio Eurobarometro mostra come gli italiani siano insieme ai cechi gli europei che esprimono il maggior disagio nella convivenza con le popolazioni rom e nomadi.
Dalle interviste svolte negli Stati membri dell’UE tra febbraio e marzo scorsi nell’ambito di un sondaggio sulle discriminazioni, infatti, emerge che mentre a livello europeo circa un quarto (24%) degli intervistati considera fastidiosa la vicinanza di cittadini di etnia rom, tale atteggiamento riguarda quasi la metà   degli italiani e dei cechi (entrambi al 47%), che presentano i livelli più elevati di intolleranza nell’UE seguiti a distanza da irlandesi (40%), slovacchi (38%), bulgari (36%) e ciprioti (34%). Solo il 14% degli italiani intervistati ha dichiarato di sentirsi a proprio agio con i rom, a fronte di una media europea del 36% e di percentuali ben diverse rilevate ad esempio in Svezia (52%), Francia (48%), Danimarca (47%), Belgio (45%) e anche in Spagna (42%), il Paese con il più elevato numero di rom residenti tra i «vecchi» Stati membri dell’UE. La media europea del disagio alla convivenza scende al 6% se si considerano in generale «altre etnie».
Il sondaggio Eurobarometro mostra un altro dato decisamente negativo per l’Italia: i livelli di discriminazione sono nettamente più elevati della media europea in tutte le forme di discriminazione definite dall’articolo 13 del Trattato di Amsterdam (orientamento sessuale, origine etnica, religione o credo, genere, disabilità  ), mentre si avvicinano al livello medio dell’UE solo per quanto concerne le discriminazioni basate sull’età  .

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here