Interventi del Fondo di solidarietà   a favore della regione Veneto e della regione spagnola di Murcia

891

La Commissione Europea ha proposto un duplice intervento del Fondo di solidarietà   dell’UE.
La prima proposta è di stanziare 16,9 milioni di euro a favore della regione Veneto per fronteggiare le conseguenze delle piogge torrenziali cadute tra il 31 ottobre e il 2 novembre 2010.
La sovvenzione sarà   versata attraverso il Fondo di solidarietà   dell’Unione Europea (FSUE), istituito in seguito alle inondazioni che hanno colpito l’Europa centrale nell’estate 2002; esso concede aiuti di emergenza agli Stati membri e ai paesi in via di adesione colpiti da catastrofi naturali gravi e la sua dotazione annuale ammonta a 1 miliardo di euro.
Il finanziamento aiuterà   le autorità   pubbliche a sostenere le spese causate dall’emergenza, soprattutto per ripristinare il danno alle proprietà   private, alle infrastrutture vitali (come l’autostrada A4), alle imprese (a causa dell’alluvione sono a rischio 40 400 imprese , di cui 9 900 sono piccole imprese, per un totale di 250 000 lavoratori), all’agricoltura, al patrimonio culturale, concentrato nel bacino del fiume Bacchiglione e per le infrastrutture di prevenzione (come il miglioramento dei livelli di sicurezza del sistema di gestione delle acque).
La Commissione ha inoltre proposto una seconda sovvenzione di 21 milioni di euro per la regione spagnola di Murcia a seguito di due terremoti di magnitudo di 5,2 sulla scala Richter che hanno colpito, nel maggio 2011, la città   di Lorca, uccidendo nove persone e lasciando 300 feriti. La catastrofe ha causato ingenti danni agli edifici residenziali (100 000 persone sono state evacuate), alle aziende, agli edifici pubblici (sono state danneggiate un gran numero di scuole pubbliche), al patrimonio culturale (con un impatto notevole sul turismo, importante settore economico nella regione), alle infrastrutture della zona e ai servizi di base.
Johannes Hahn, Commissario europeo per la Politica regionale, responsabile del Fondo di solidarietà  , ha dichiarato: «la solidarietà   non è una parola vuota in Europa» aggiungendo che «l’accordo dà   un contenuto concreto al sostegno che possiamo fornire al Veneto, colpito da gravi inondazioni lo scorso anno aiutando l’Italia a compensare i costi relativi a misure di emergenza e a migliorare le condizioni di vita della popolazione colpita da questo tremendo evento naturale». Ha poi ricordato come «l’Unione Europea mira inoltre a contribuire a ristabilire normali condizioni di vita di Lorca, partecipando al finanziamento delle misure che la regione di Murcia e le autorità   spagnole hanno dovuto prendere in seguito al terremoto».

Per saperne di più

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here