Iniziative dei cittadini europei (ICE): una nuova registrazione ed un rifiuto

21

Dalla Commissione europea giungono due novità in merito ad altrettante iniziative dei cittadini europei (ICE). 

È stata in primo luogo registrata l’ICE “Green VAT – Un’IVA verde dell’UE per promuovere prodotti e servizi sostenibili e rispettosi dell’ambiente”, con la quale i promotori mirano ad ottenere l’introduzione di agevolazioni fiscali – in particolare, un taglio dell’IVA – sui prodotti realizzati in maniera sostenibile dal punto di vista ambientale, di modo da incentivarne l’acquisto e sostenere comportamenti ecologicamente responsabili.

Pur non avendo ancora analizzato la proposta nel merito, la Commissione ha ritenuto l’ICE formalmente ammissibile; gli organizzatori hanno ora sei mesi di tempo per raccogliere un milione di firme in almeno sette Paesi membri.

È stata invece rifiutata la registrazione dell’ICE “Iniziativa EVE per la creazione del diritto di decidere”, che mirava ad introdurre “sistemi di democrazia diretta” nell’architettura istituzionale dell’UE, in modo da permettere ai cittadini di esercitare la “sovranità popolare”.

La Commissione ha evidenziato come una simile proposta possa concretizzarsi unicamente mediante la modifica degli attuali trattati che disciplinano il funzionamento dell’Unione, mentre le ICE possono sollecitare unicamente proposte rientranti nelle competenze della Commissione ed in attuazione dei trattati esistenti.

Per approfondire: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here