Il resoconto della Plenaria del Parlamento europeo del 3 e 4 aprile 2019.

433

Il 3 e 4 aprile scorsi il Parlamento europeo si è riunito in seduta plenaria. Fra i molti temi discussi, va segnalata l’approvazione della direttiva che delinea nuove norme per la conciliazione tra lavoro e vita familiare. Tra queste norme vi sono dei requisiti minimi che dovranno essere garantiti da ogni Stato membro, fra cui un minimo di 10 giorni di congedo parentale per il padre (o il secondo genitore equivalente), nonché un livello adeguato di retribuzione per il periodo non trasferibile di congedo parentale. Inoltre si è stabilito che gli Stati dovranno dare 5 giorni di congedo per l’assistenza personale ad un parente. Nell’ottica di poter conciliare il lavoro con la famiglia si è anche discusso di lavoro flessibile o a distanza.

Altro tema trattato è stata la mobilità stradale, in particolar modo la lotta alle pratiche illecite nel trasporto stradale e il miglioramento delle condizioni dei conducenti. Viene portato a 3 giorni il limite di cabotaggio (le operazioni di trasporto in un altro paese UE effettuate a seguito di una consegna transfrontaliera). Il riposo viene portato a 60 ore. Si è discusso sull’opportunità di utilizzare le tecnologie digitali per ridurre i tempi del controllo su strada nonché misure supplementari per migliorare la vita dei conducenti in strada.

Si segnala, infine, un dibattito tra il primo ministro svedese, Stefan Löfven con i membri del Parlamento e il vice presidente della Commissione Dombrovskis. Tra gli argomenti di discussione sono stati sottolineati in particolare: la democrazia nell’Unione Europea, con un richiamo alla necessità che l’Unione Europea parli con una sola voce per la democrazia nel mondo; la lezione della Brexit per gli altri 27 paesi membri; il bilancio pluriennale; le migrazioni; il cambiamento climatico, chiedendo che si implementi efficacemente l’accordo di Parigi.

Per approfondire :

Resoconto direttiva Lavoro e Famiglia

Resoconto pacchetto mobilità

Resoconto intervento Primo Ministro svedese

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here