Il futuro della politica sociale dell’UE

1031

Il 9 giugno scorso si è svolto a Bruxelles un dibattito sul futuro della politica sociale nell’UE.

Si è trattato, in sostanza, di un momento di aggiornamento degli Orientamenti politici presentati da presidente Juncker nel luglio 2014.

Quattro i temi-chiave del dibattito: si è parlato in primo luogo di migliore coordinamento delle politiche che dovrebbe integrare da ora in poi gli sforzi fatti in materia di governance economica.

Altro tema trattato è stato quello del maggiore coinvolgimento delle parti sociali: il comunicato stampa in cui sono sintetizzati gli esiti del dibattito parla di «impegno della Commissione europea nel coinvolgimento delle parti sociali nel semestre europeo e in alcune politiche».

Si è messa a tema la «modernizzazione della legislazione sociale» e del lavoro, con un riferimento alla necessità di «periodico aggiornamento» necessario per garantire ai cittadini protezione e sicurezza di fronte all’avanzare del cambiamento.

Centrale, in questo disegno, è il ruolo dei Fondi strutturali di cui pure si è discusso.

Sono anche state presentate alcune prossime iniziative: una raccomandazione sull’integrazione dei disoccupati di lungo corso (prevista nell’estate) e un pacchetto sulla mobilità dei lavoratori (annunciato per fine 2015).

Approfondisci

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here