Il Collegio dei commissari ha individuato le priorità istituzionali per il 2018

1837

Il Collegio dei commissari ha discusso rispetto alle priorità per il 2018

Riunitosi per la prima volta nel 2018, il Collegio dei commissari ha discusso in merito a quali debbano essere le priorità istituzionali per i prossimi 12 mesi. Nell’anno appena iniziato, infatti, si dovrà realizzare la riforma dell’Unione economica e monetaria (UEM), garantire la sicurezza delle frontiere esterne dell’Unione Europea, rivedere il sistema di asilo, ripristinare Schengen, completare il Mercato unico digitale e avvicinare i Balcani occidentali all’Unione. In generale, 29 fascicoli prioritari sono già stati completati e i restanti 60 sono oggetto dell’azione del Collegio, che vuole finalizzare questi ultimi entro maggio 2019.

I commissari hanno discusso anche sulle nuove proposte per il 2018 che permetteranno all’Unione di essere più forte nella propria azione. Il fulcro della riflessione del Collegio è quello di garantire una maggiore equità in modo che l’Europa possa rispondere rapidamente ed efficacemente alle sfide che le si presenteranno davanti.

Per far sì che l’approccio della Commissione sia anche equilibrato, lo scorso novembre il Presidente Jean-Claude Juncker ha istituito una task force per la sussidiarietà, la proporzionalità e «per fare meno in modo più efficiente», dando di fatto seguito al Libro Bianco sul futuro dell’Europa e al discorso sullo stato dell’Unione.

Il compito di questa task force, composta da membri del Parlamento europeo e del Comitato delle regioni, nonché da parlamentari nazionali, sarà quello di formulare raccomandazioni rispetto al miglior modo possibile per applicare i principî di sussidiarietà e proporzionalità, andando a individuare quali siano gli ambiti in cui la competenza potrebbe essere nuovamente delegata all’Unione o ritornare agli Stati membri. Allo stesso tempo, essa dovrà proporre nuove modalità per far sì che gli enti locali e regionali siano maggiormente coinvolti nella definizione e nell’attuazione delle politiche dell’Unione Europea.

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here