Green Deal europeo: Accordo UE per rafforzare e ampliare lo scambio di quote di emissione e istituire un Fondo sociale per il clima

158

Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo preliminare per rafforzare il sistema di scambio di quote di emissione dell’UE (EU ETS). Si tratterebbe di applicarlo a nuovi settori per un’azione efficace per il clima e istituire un Fondo sociale per il clima. L’accordo è un passo fondamentale verso il conseguimento dell’impegno dell’UE di ridurre le emissioni nette di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030. Al tempo stesso, il Fondo sociale per il clima contribuirà a garantire che la transizione sia equa.

Rafforzare ed espandere lo scambio di quote di emissione nell’UE

Il sistema EU ETS fissa un prezzo per il CO2 e riduce il livello di emissioni consentito ogni anno. I settori nel mirino sono quelli della produzione di energia elettrica e termica, le industrie ad alta intensità energetica e il trasporto aereo commerciale. L’accordo ridurrà le emissioni dei settori interessati dall’EU ETS del 62% entro il 2030 rispetto ai livelli del 2005. Si tratta di ben 19 punti percentuali in più rispetto alla riduzione del 43% prevista dalla legislazione attuale. Aumenterà anche la velocità delle riduzioni annuali delle emissioni, passando dal 2,2% all’anno con il sistema attuale al 4,3% dal 2024 al 2027. L’accordo, inoltre, introdurrà in fasi tra il 2026 e il 2034 il meccanismo di adeguamento del carbonio alle frontiere (CBAM) per i settori interessati.

L’accordo inserisce nell’EU ETS anche le emissioni di carbonio del trasporto marittimo, facendo dell’UE la prima giurisdizione a fissare un prezzo esplicito. Sarà compito del nuovo sistema garantire riduzioni efficaci sotto il profilo dei costi. Questo sistema a monte disciplinerà i fornitori di carburanti e combustibili, anziché le famiglie e i conducenti.

Creazione di un Fondo sociale per il clima

Il nuovo Fondo sociale per il clima fornirà un sostegno finanziario specifico agli Stati membri per aiutare i cittadini e le microimprese a investire in misure di efficienza energetica. In particolare, si punterà sull’isolamento domestico, le pompe di calore, i pannelli solari e la mobilità elettrica.

Per saperne di più: Green Deal europeo: Accordo UE per rafforzare e ampliare lo scambio di quote di emissione e istituire un Fondo sociale per il clima per favorire la transizione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here