Gli enti locali e la transizione ambientale: nuovo parere del Comitato delle Regioni (CdR)

29

Dal CdR, la richiesta di un maggior coinvolgimento degli enti subcomunali

Nella giornata di lunedì 12 febbraio, il Comitato delle Regioni ha adottato il parere “Verso quartieri e piccole comunità sostenibili – Le politiche ambientali al livello subcomunale”, a firma dell’italiano Gaetano Armao (PPE), vicepresidente e assessore all’Economia della Regione Sicilia.

Nel parere, il Comitato si è focalizzato sul ruolo svolto nelle politiche di adattamento al cambiamento climatico da parte degli enti subcomunali, nelle varie conformazioni che questi assumono nel variegato panorama europeo: frazioni, quartieri, distretti, circoscrizioni, sezioni, villaggi, parrocchie, borghi, isole e comunità scarsamente popolate quali, ad esempio, quelle delle zone montane.

Tali comunità sono tra le più direttamente esposte alle conseguenze dei cambiamenti climatici in atto; spesso, tuttavia, non dispongono di un adeguato livello di controllo e di coinvolgimento nella definizione delle più importanti politiche di transizione ecologica – in tema di mobilità sostenibile, economia circolare, gestione delle risorse idriche e riduzione dell’inquinamento dell’aria – maggiormente focalizzate su agglomerati urbani di più veste dimensioni.

Per ovviare al problema, il CdR ha pertanto elaborato una proposta articolata in tre punti principali:

  1. un maggior coinvolgimento degli enti subcomunali nell’elaborazione dei pareri del CdR in materia ambientale, in linea con il precedente parere “Verso un 8º programma d’azione in materia di ambiente”;
  2. la celebrazione di una “Giornata europea dei villaggi e dei quartieri sostenibili”, appositamente dedicata alla promozione del ruolo di tali enti nella politica di transizione verso la neutralità climatica;
  3. l’adozione di nuovi programmi appositamente dedicati alla promozione delle politiche di sviluppo sostenibile a livello locale, ad integrare l’azione attualmente svolta in tal senso attraverso iniziative quali i gruppi locali di azione Leader.

Per approfondire: il comunicato del Comitato delle Regioni, il parere in versione integrale

Articolo precedenteLa Commissione sollecita il Consiglio a trovare l’accordo sul Quadro finanziario 2021 – 2027
Articolo successivoLibia sempre senza pace

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here