Fondi europei supplementari per Spagna e Grecia per garantire assistenza ai migranti

354

La Commissione europea ha stanziato fondi aggiuntivi per 45,6 milioni di euro in favore della Spagna e della Grecia, in sostegno all’emergenza assistenziale nei confronti dei migranti che giungono in questi Paesi.

Nella prospettiva di un incremento degli arrivi, la Spagna riceverà 25. 6 milioni di euro. L’altra quota, di circa 20 milioni di euro, è  stata invece destinata all’Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite, al fine di migliorare le condizioni di accoglienza in Grecia, in particolare per coloro che arrivano nell’isola di Lesbo.

  • Le risorse, destinate alla Spagna e alla Croce rossa spagnola dovranno, da una parte, garantire assistenza sanitaria, cibo e rifugio agli immigrati che arrivano sulle coste meridionali della Spagna e, dall’altra, migliorare lecondizioni delle strutture predisposte per il loro rimpatrio.
  • I venti milioni di euro addizionali, destinati all’Alto Commissariato per i rifugiati delle Nazioni Unite, saranno usati per facilitare la gestione dei centri di accoglienza attualmente presenti nell’isola di Lesbo. Questi fondi serviranno anche per rafforzare la protezione dei bambini, la loro educazione non formale e per prevenire discriminazioni/violenze, basati sul sesso e sul genere.

Con queste nuove risorse economiche, la Commissione Europea ha incrementato notevolmente il proprio impegno per affrontare la questione migratoria. In totale, è stato mobilitato circa 1 miliardo di euro, all’interno del quadro finanziario 2014 – 2020 per sostenere quegli Stati membri più toccati da questa problematica : Italia, Grecia, Bulgaria, Croazia, Germania, Svezia e ora la Spagna.

 

Per ulteriori approfondimenti: il comunicato

LASCIA UN COMMENTO