Firmato il Trattato sul Meccanismo di Stabilità europea (MES)

972

E’ stato firmato, il 2 febbraio scorso dai diciassette Paesi dell’Eurozona il Trattato sul Meccanismo di Stabilità europea (MES). Sarà operativo a partire dal luglio prossimo (un anno prima del previsto) e, in quanto Istituzione finanziaria, avrà sede a Lussemburgo. Si tratta  della conclusione di lunghe discussioni per attuare un meccanismo anti-crisi e un fondo permanente di salvataggio in grado di venire in aiuto ai paesi in difficoltà. Il Presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy l’ha definito “un tagliafuoco  permanente che dispone di una larga gamma di strumenti e di una solida base finanziaria”.
Sarà infatti dotato di una capacità di prestito di 500 miliardi di euro che si baserà su 700 miliardi di capitale sottoscritto di cui 80 miliardi di capitale iniziale e 620 miliardi di capitale esigibile. Sarà in grado di ricomprare delle obbligazioni sovrane direttamente da uno Stato o sui mercati secondari, di sostenere un settore bancario nazionale in difficoltà e potrà aiutare finanziariamente un Paese in cambio dell’adozione di misure di austerità.
Inoltre, nel caso della ristrutturazione di un debito pubblico, il fondo non prevede, a priori, la partecipazione del settore privato, seguendo in questo la dottrina del Fondo Monetario Internazionale.
A partire da marzo 2013, i 25 Stati membri che avranno ratificato il patto di bilancio (tutti tranne Regno Unito e Repubblica ceca) potranno rivolgersi al MES. Il meccanismo decisionale prevede, in caso di emergenza, una presa di decisione a maggioranza qualificata, in modo tale da permettere interventi molto rapidi.
L’adeguatezza del limite del credito sarà riesaminata periodicamente e l’attuale limite della capacità di prestito di 500 miliardi di euro sarà riesaminata dai Capi di Stato e di Governo  all’inizio del prossimo marzo.
Il Trattato dovrà essere ratificato dagli Stati membri in tempi brevi per permetterne l’entrata in vigore a luglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here