Domenica 5 giugno: giornata mondiale dell’ambiente

1001

Tutti gli anni dal 1974, si tiene il 5 Giugno la Giornata mondiale dell’ambiente, che quest’anno sarà ospitata in Svezia.

Questa giornata, guidata dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP), rappresenta la più grande piattaforma globale per la sensibilizzazione di tutti i cittadini del mondo sulle tematiche ambientali.

Lo slogan adottato per questa edizione “Only One Earth” è stato utilizzato per la prima volta nel 1972, quando a Stoccolma, si tenne la prima Conferenza delle Nazioni Unite sull’ambiente.

E’ necessario partecipare attivamente alla transizione ecologica prendendo parte alle iniziative a favore dell’ambiente, modificando il nostri stili di vita, trasformando le nostre economie rendendole più sostenibili nonché sviluppando nuove tecnologie per facilitare la transizione verde… 

Il nostro attuale stile di vita, legato ad un’economia di consumo, è responsabile di circa due terzi delle emissioni globali di gas serra; inoltre la nostra impronta ecologica equivale a circa 1,6 terre

Alcuni studi dimostrano che adottando stili di vita più sostenibili potremmo ridurre fino al 70% le nostre emissioni entro il 2050 e limitare così l’aumento della temperatura globale di 1,5°C. 

Inoltre attraverso una produzione e un consumo più sostenibili si riuscirebbe a contrastare il cambiamento climatico, migliorando la qualità dell’aria, dell’acqua andando così ad impattare positivamente sulla salute delle persone.  

E’ perciò fondamentale dimezzare le emissioni annuali di gas altrimenti l’inquinamento atmosferico aumenterà del 50% entro la fine del decennio mentre i rifiuti di plastica arriveranno a triplicare entro la fine del 2040.

E’ quindi necessaria un’azione urgente che vada a rendere più sostenibili le abitudini della società nonché i suoi settori produttivi, in particolare il settore energetico, dell’edilizia e dei trasporti.

Questo è anche il focus dell’iniziativa “Only One Earth” che si concentra sul vivere in modo sostenibile in armonia con la natura. 

I governi nazionali, le istituzioni finanziarie, le imprese e le organizzazioni internazionali hanno la capacità di poter dare grande contributo alla transizione ecologica attuando riforme e provvedimenti su larga scala volti a ridurre il sovrasfruttamento delle risorse naturali da parte degli enti che erogano beni e servizi per la società; ma è inoltre necessario che ogni singolo individuo contribuisca al progresso  migliorando il proprio stile di vita e riducendo il suo impatto ambientale sulla Terra. 

Per approfondire: 5 giugno – Giornata mondiale dell’ambiente

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here