Difesa europea: nuove proposte dalla Commissione

314

La Commissione europea ha recentemente proposto una serie di iniziative volte a rafforzare la sicurezza e la difesa dell’Unione europea. Tale contributo si inserisce nell’ottica del processo di approvazione del Compasso strategico, il documento del Consiglio che mira a fornire il livello di ambizione dell’Unione per i prossimi 5-10 anni in risposta alle minacce e alle sfide comuni.

La Comunicazione della Commissione individua molteplici linee d’azione. La prima concerne la dimensione relativa all’analisi delle modalità per stimolare gli investimenti nella ricerca e nelle capacità strategiche, che   dovrà essere accompagnata da un’ulteriore convergenza fra gli Stati membri in relazione all’acquisizione congiunta degli armamenti e alle pratiche di esportazione di armamenti. A ciò si dovrà aggiungere la promozione di sinergie tra l’ambito civile e il settore militare nell’ambito Ricerca e Sviluppo (R&S), nonché la riduzione delle dipendenze strategiche nelle tecnologie critiche e nelle catene del valore. Infine, la Commissione rivolge particolare attenzione alle tematiche relative al potenziamento delle risorse spaziali dell’Unione, con specifico riferimento ai servizi aggiuntivi di sorveglianza nello spazio e tracciamento (SST) e all’impiego del potenziale della base industriale, e al potenziamento della resilienza europea. Il riferimento è qui soprattutto al cambiamento climatico, al rafforzamento della mobilità militare all’interno dell’Unione, alla dimensione cyber e alle minacce ibride.

La rapida evoluzione tecnologica impone infatti di incorporare l’analisi di questa dimensione nella definizione delle strategie di sicurezza e di difesa. Per tali motivi, la Commissione ha contestualmente proposto una roadmap sulle tecnologie critiche per tali settori. L’obiettivo è quello di rafforzare il coordinamento tra le molteplici iniziative in campo ai livelli nazionale ed europeo, a partire dall’Osservatorio sulle tecnologie critiche e dalla creazione – in collaborazione con l’Agenzia europea per la difesa – di un regime di innovazione UE nel settore della difesa.

Per ulteriori informazioni: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here