Dal Comitato delle Regioni l’appello a nuove misure nella lotta contro il COVID-19

21

Proposta l’adozione di un meccanismo UE per le emergenze sanitarie

Il Presidente del Comitato delle regioni, Apostolos Tzitzikostas (EPP – GRE), ha recentemente invocato l’adozione di nuove misure di sostegno a favore degli enti locali impegnati nella gestione dell’emergenza da COVID-19.

Pur lodando i provvedimenti già adottati dalla Commissione europea e dal Consiglio – l’introduzione di ampi margini di flessibilità nell’ambito del patto di stabilità e crescita, le nuove norme in materia di aiuti di Stato e gli interventi annunciati attraverso il Fondo europeo di solidarietà, il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione e la Banca europea per gli investimenti – il Presidente del CdR ha sottolineato la necessità di strumenti supplementari per sostenere l’azione di comuni e regioni, proponendo, in particolar modo, l’adozione di un meccanismo UE per le emergenze sanitarie.

Nella proposta del CdR, tale meccanismo presenterebbe una dotazione pari fino a 10 miliardi di Euro, provenienti da Fondi strutturali e di investimento, risorse nazionali e degli enti locali, nonché da nuovi stanziamenti ad hoc.

Tali risorse garantirebbero agli enti locali la possibilità di adottare misure sanitarie straordinarie, assumendo personale medico, acquistando strumenti dispositivi sanitari e ampliando i servizi di terapia intensiva disponibili sul proprio territorio.

Il CdR ha inoltre sottolineato la necessità di semplificare l’accesso ai fondi della politica di coesione, ampliandone altresì la dotazione.

Per approfondire: il comunicato del Comitato delle Regioni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here