COVID-19: 87,4 miliardi di Euro per 16 Stati membri nel quadro SURE

140

Nel contesto dei 540 miliardi di EUR concordati dall’UE il 9 aprile 2020 come pacchetto di sostegno di emergenza, l’UE mette in atto “SURE”, lo strumento temporaneo dell’UE volto ad attenuare le ricadute  sull’occupazione della pandemia di Covid 19 negli Stati membri.

“SURE” (dall’inglese Support to mitigate Unemployment Risks in an Emergency) è uno strumento dotato di 100 miliardi di EUR volti a coprire prestiti a condizioni favorevoli agli Stati membri. Di questi, il Consiglio ha approvato 87,4 miliardi di EUR per 16 Stati membri che hanno presentato richiesta.

Verranno utilizzati per aiutare i lavoratori a mantenere il posto di lavoro durante la crisi (sostegno pubblico per le ore non lavorate) e per attenuare il rischio di disoccupazione durante questa emergenza sanitaria. Di fatto, “SURE”, serve a finanziare la cassa integrazione statale.

Questo sostegno finanziario vede sul podio l’Italia che si indebita per 27,4 miliardi di EUR, seguita dalla Spagna con 21,3 miliardi di EUR e la Polonia con 11,2 miliardi di EUR.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here