Coronavirus: rischi crescenti e misure preventive insufficienti, occorre fare di più

39

La nuova valutazione dei rischi dell’ECDC raccomanda nuovi provvedimenti; si allarga la rete di RescEU

Nell’attuale contesto caratterizzato dal crescente numero dei contagi in numerosi Paesi europei, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha aggiornato la valutazione dei rischi inerenti alla pandemia di COVID-19 nel territorio dell’Unione e del Regno Unito.

La valutazione aggiornata sottolinea come le misure adottate negli ultimi mesi – distanziamento, igiene delle mani e uso delle mascherine – si siano frequentemente rivelate insufficienti a contenere lo sviluppo di nuovi focolai. Inoltre, l’andamento dei nuovi contagi presenta profili molto differenti da Paese a Paese, traducendosi in alcuni come fenomeno che interessa principalmente under-50 con sintomatologia lieve, in altri come fenomeno che colpisce prevalentemente gli anziani e con un più elevato tasso di mortalità.

L’ECDC raccomanda pertanto l’adozione di nuove misure di prevenzione e contenimento, che includono l’incremento del numero dei test, l’adozione a tappeto di sistemi di tracciamento dei contatti, misure di quarantena locali e rafforzamento dei sistemi sanitari, con particolare attenzione alla sicurezza degli operatori.

Si rafforza, nel frattempo, la riserva europea RescEU, costruita nell’ambito del Meccanismo di protezione civile europeo per dotare l’Unione di risorse e strumenti adeguati in caso di calamità di vario genere, inclusa la pandemia. 

Danimarca, Grecia, Ungheria e Svezia ospiteranno, insieme alle già presenti Germania e Romania, riserve di attrezzature mediche a cui gli Stati dell’Unione potranno attingere in caso di aumentato fabbisogno. 

Le scorte comprendono materiali destinati agli operatori sanitari, quali ventilatori polmonari, mascherine protettive e altri dispositivi di protezione.

Per approfondire: la nuova valutazione rischi dell’ECDC, i nuovi membri di RescEU

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here