Coronavirus e vaccini: nuovo accordo con CureVac

191

Al via anche la prima riunione della piattaforma europea di consulenti scientifici sul covid-19

Proseguono le iniziative della Commissione europea per contrastare quanto più rapidamente possibile gli effetti della pandemia da covid-19 in corso nell’Unione e nel Mondo.

Il portafoglio di vaccini a disposizione dell’UE, che al momento include i contratti stipulati dalla Commissione con le aziende AstraZeneca, Sanofi-GSK, Janssen Pharmaceutica NV e BioNtech-Pfizer, nonché il preaccordo siglato con Moderna, si è ulteriormente arricchito con un nuovo contratto da 225 milioni di dosi – e opzione per ulteriori 180 milioni – stipulato con la società farmaceutica tedesca CureVac.

CureVac, che conduce sperimentazioni all’avanguardia in materia di RNA messaggero (mRNA), aveva già stipulato un accordo di prestito da 75 milioni di Euro con la Banca europea per gli investimenti il quale, unitamente al nuovo accordo preliminare di acquisto, ha contribuito a sostenere i rischiosi investimenti necessari allo sviluppo di un vaccino sicuro ed efficace in breve tempo.

Parallelamente, la Commissione ha ospitato la prima riunione della piattaforma europea di consulenti scientifici sul COVID-19, la quale andrà ad affiancare il gruppo consultivo creato a marzo, nonché il ruolo di consulenza svolto dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), nella formulazione di pareri scientifici in grado di orientare l’operato dei decisori politici europei.

Per approfondire: il contratto con CureVac, la piattaforma europea dei consulenti scientifici nazionali

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here