APICE e Monviso in Movimento in viaggio alle Istituzioni Europee

1047

Da domenica 8 a mercoledì 11 ottobre, l’Associazione Monviso in Movimento in collaborazione con l’Associazione APICE, ha organizzato un viaggio istruttivo presso le Istituzioni Europee a Bruxelles.

Il viaggio è stato molto istruttivo soprattutto per noi giovani, che molto spesso tendiamo a non conoscere molto la  società in cui viviamo e ad essere poco informati sulle politiche che, ogni giorno, regolano,  disciplinano ed influenzano le nostre vite. È stata una bellissima esperienza poter viaggiare insieme al sindaco di Cuneo Federico Borgna, all’assessore Alberto Valmagia, all’assessore della provincia di Alba Rosanna Martini, ai vari amministratori che lavorano in diverse città della Regione Piemonte, agli studenti che frequentano facoltà ed indirizzi differenti ma con un sogno e un obiettivo in comune. E’ stato istruttivo grazie anche alla presenza  di Franco Chittolina e  di Adriana Longoni, che hanno saputo coinvolgerci e arricchire le nostre conoscenze con tematiche politiche di attualità.

Il primo giorno di viaggio ha previsto, la visita alla bellissima città di Strasburgo, attraversata dal fiume Ill (affluente del fiume Reno), che le conferisce un’aria magica e allo stesso tempo misteriosa. La città è inoltre conosciuta per la presenza del Parlamento Europeo e della Corte europea dei diritti dell’uomo.

Il secondo ed il terzo giorno abbiamo raggiunto Bruxelles, una città ricca d’arte, di storia ma anche di lingue. Il cuore della città è la Grand-Place,inserita nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco nel 1998. A pochi passi dalla grande piazza si trova uno dei simboli per eccellenza di Bruxelles, vale a dire il Manneken Pis, la celebre fontana del bambino che fa pipì; la statua ha una dimensione molto ridotta rispetto alle aspettative dei turisti. Non esiste tuttavia soltanto la Bruxelles storica perché negli ultimi trent’anni si è sviluppato un intero quartiere amministrativo dell’Unione Europea. Molto interessanti sono state le visite al Parlamento europeo, al Comitato economico e sociale europeo (CESE) ed al Comitato delle regioni (CdR) che hanno contribuito all’apprendimento di importati notizie sul loro funzionamento e ai temi di attualità trattati nelle istituzioni dell’Unione, arricchito dagli interventi dei parlamentari Mercedes Bresso e Daniele Viotti.

Non poteva mancare la visita al nuovo museo della storia d’Europa, super tecnologico ed innovativo che ci ha permesso di ripercorrere e rivivere la storia legata al nostro continente fino a raggiungere l’età contemporanea. Da Bruxelles siamo passati alla città di Lovanio, sede di  grandi istituzioni universitarie,  fra cui  l’Università Cattolica, una fra le più antiche d’Europa. Il campus universitario è situato nell’antico Beguinage.

L’ultimo giorno era prevista una breve tappa nella città di Colmar in Francia, questa graziosa cittadina viene spesso chiamata “la piccola Venezia” a causa della sua stretta somiglianza con la città italiana di Venezia.

Non si può certo negare che il viaggio a Bruxelles abbia avuto un esito positivo. Le visite alle città di Strasburgo, Lovanio e Bruxelles, ci hanno permesso di avere un piccolo assaggio del clima culturale e artistico che si respira nelle città delle istituzioni europee. Tuttavia ciò che ha colpito maggiormente è stato il clima sereno e positivo fra i membri del gruppo, che pur non conoscendosi tutti prima di partire, hanno saputo relazionarsi,confrontarsi, e condividere pensieri, ideali, sogni ed obiettivi; di conseguenza si sono creati ottimi legami tra i partecipanti che hanno provocato nuove amicizie permettendoci quindi di entrare in contatto con opinioni diverse ma non per questo sbagliate.

Articolo scritto da Arquiquil Siham, Bayti Mamma e Marengo Francesco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here