Accordo politico di massima sul protocollo su Irlanda/Irlanda del Nord

233

Il 27 febbraio la Commissione europea e il governo del Regno Unito hanno raggiunto un accordo politico di massima sul protocollo Irlanda/Irlanda del Nord. 

Queste nuove disposizioni trovano attuazione nel quadro dell’accordo di recesso, in vigore dal 1º febbraio 2020 di cui il protocollo su Irlanda/Irlanda del Nord è parte integrante. L’obiettivo del protocollo è proteggere l’accordo del Venerdì santo (accordo di Belfast) in tutte le sue dimensioni, mantenendo la pace e la stabilità nell’Irlanda del Nord, evitando una frontiera fisica sull’isola d’Irlanda e preservando al contempo l’integrità del mercato unico dell’UE.

Le nuove disposizioni si fondano su solide garanzie che tutelano l’integrità del mercato unico dell’UE, al quale l’Irlanda del Nord ha un accesso peculiare, e riguardano i settori doganali, agroalimentare, medicinali, IVA e accise, basandosi sulle seguenti esigenze:

  • una soluzione completa, trasversale e definitiva alle difficoltà pratiche di applicazione del protocollo;
  • un punto di equilibrio tra la flessibilità prevista per la circolazione delle merci destinate all’uso finale in Irlanda del Nord e una serie di garanzie efficaci a tutela del mercato unico dell’UE;
  • una distinzione netta tra merci a rischio e non a rischio di immissione nel mercato unico dell’UE.

Un nuovo meccanismo, il “freno di emergenza” di Stormont, consentirà al governo del Regno Unito, su richiesta di 30 membri dell’Assemblea legislativa nordirlandese, di interrompere in Irlanda del Nord l’applicazione di disposizioni modificative o sostitutive del diritto dell’UE contemplato dal protocollo che possono avere un impatto significativo e duraturo per la vita quotidiana delle comunità locali. 

La Commissione europea e il governo del Regno Unito procederanno, nell’ambito delle rispettive competenze, ad adottare le misure necessarie per tradurre le soluzioni comuni in strumenti giuridicamente vincolanti e per attuare tali strumenti rapidamente e in buona fede. Inoltre la Commissione ha presentato proposte legislative nei settori sanitario e fitosanitario, dei medicinali e dei contingenti tariffari, che ora saranno sottoposte al Parlamento europeo e al Consiglio.

La Presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha dichiarato: “Il risultato raggiunto oggi ci consente di proporre soluzioni definitive adatte ai cittadini e alle imprese dell’Irlanda del Nord e in grado di tutelare il nostro mercato unico. Ci permette di voltare pagina e avviarci verso una relazione bilaterale tra alleati stretti, che camminano fianco a fianco in tempi di crisi.”

Per approfondire: Nuove prospettive per il protocollo su Irlanda/Irlanda del Nord (europa.eu)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here