18 dicembre: Giornata mondiale del Migrante

Dal 2000 si celebra, ogni 18 dicembre, la Giornata internazionale per i Migranti, istituita dalle Nazioni Unite nell’anniversario della data dell’adozione della Convenzione per la protezione dei diritti di tutti i lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie, avvenuta il 18 dicembre 1990 da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. La Convenzione, entrata in vigore solamente nel 2003, quando il Guatemala ratifica il documento e facendo raggiungere il numero minimo di ratifiche previsto (venti), conta solamente 46 ratifche (dato aggiornato al 31 maggio 2012) di Paesi per lo più originari dei flussi migratori.

Questa giornata offre anche l’opportunità di riconoscere il contributo che milioni di immigrati danno ai Paesi sia in cui arrivano che di origine e di promuovere il rispetto dei loro diritti umani fondamentali.

Molte le iniziative promosse dalle diverse associazioni o dalle Reti organizzative che si occupano di migranti. La Rete Global Migrants Action, oltre ad esigere la ratificazione o applicazione della Convenzione per i diritti dei lavoratori Migranti e le loro famiglie, vuole quest’ anno dare visibilità e denunciare collettivamente la tragedia che quotidianamente si consuma nelle frontiere: ogni giorno infatti migliaia e migliaia di migranti muoiono o scompaiono nel viaggio verso un futuro migliore.

Dal 1988 sono morte lungo le frontiere dell’Europa almeno 18.673 persone. Di cui 2.352 soltanto nel corso del 2011 (dato aggiornato al 10 novembre 2012 basato sulle notizie censite negli archivi della stampa internazionale degli ultimi 24 anni – fonte http://fortresseurope.blogspot.it/ ).

L’obiettivo è di unire, nella giornata del 18 dicembre 2012,  tutte le campagne che già si stanno realizzando nel mondo su questa tematica, affinchè la giornata d’azione globale diventi uno spazio unitario per far sentire con forza nel mondo intero un urlo di protesta che esiga verità e giustizia sui morti ed scomparsi migranti. Il motto scelto per l’edizione di quest’anno è “MIGRARE PER VIVERE”.

Questa giornata vuole anche essere l’occasione per  diffondere a livello mondiale la “Carta Mondiale per i diritti dei Migranti”  la cui versione definitiva è stata approvata nel Forum sociale mondiale, svoltosia Gorée, in Senegal, il 4 febbraio 2011. Nel documento si sottolinea il ruolo fondamentale che possono giocare i migranti come attori sociali e politici per la costruzione di una cittadinanza universale.

Clicca qui per conoscere il percorso che ha permesso l’istituzione della Giornata del Migrante

Clicca qui per consultare l’elenco degli Stati che hanno ratificato la Convenzione per la protezione dei diritti di tutti i lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie

Clicca qui per consultare il sito a favore della Campagna di ratifica della Convenzione

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here