Tra crisi endemica e pandemia: gli aiuti UE ai Paesi del Sahel e del Lago Ciad

174

Nuovi stanziamenti per contenere la diffusione del virus e rafforzare l’economia e la stabilità politica dell’area

L’Unione europea prosegue il suo impegno nell’assistenza ai Paesi della regione del Sahel e del Lago Ciad: la situazione dell’area, già endemicamente precaria a causa degli elevati livelli di povertà, dei frequenti conflitti interetnici e del terrorismo di matrice islamica, è stata ulteriormente aggravata dall’epidemia di coronavirus in corso.

Per far fronte alla crisi sul versante sanitario, l’UE ha stanziato, nell’ambito dello sforzo si assistenza globale “Team Europe”, un pacchetto di risorse da 92 milioni di Euro, suddivisi in 38 milioni per il Niger, 26 milioni per il Burkina Faso, 16,92 milioni per il Ciad e 12 milioni per la Mauritania. I fondi consentiranno ai Paesi interessati di rafforzare i propri sistemi sanitari senza dover aggravare ulteriormente le condizioni dei propri debiti pubblici, già sufficientemente elevati.

Inoltre, l’UE ha stanziato un ulteriore pacchetto da 22,6 milioni di Euro nell’ambito del Fondo fiduciario di emergenza dell’UE per l’Africa, allo scopo di finanziare 5 differenti programmi mirati al rafforzamento della stabilità politica e della sicurezza dell’area: 

  • 10 milioni di Euro consentiranno al Burkina Faso di rafforzare il proprio sistema giudiziario per porre un argine alle ampie sacche di impunità attualmente esistenti nel Paese;
  • 5 milioni di Euro sosterranno l’attuazione di un progetto pilota finalizzato alla digitalizzazione della pubblica amministrazione della Guinea, con particolare riguardo ai registri anagrafici e agli strumenti di identificazione elettronica;
  • 4,5 milioni di Euro finanzieranno la creazione di uno squadrone multiruolo all’interno della Guardia Nazionale del Niger, allo scopo di contribuire al mantenimento della sicurezza e della stabilità nell’area;
  • 2 milioni di Euro finanzieranno la creazione di “Radio gioventù Sahel”, una piattaforma multimediale rivolta ai giovani di Mauritania, Mali, Burkina Faso, Niger e Ciad;
  • infine, 1 milione di Euro sarà destinato ad implementare il programma di digitalizzazione del Gambia attraverso la diffusione delle connessioni wireless 4G.

Per approfondire: gli aiuti per la lotta alla pandemia, gli aiuti per la stabilità e la sicurezza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here