Sovvenzioni all’Ucraina dall’assistenza macrofinanziaria dell’Unione Europea

172

“La situazione dell’Ucraina rimane una delle priorità dell’Unione europea: continuiamo a fornire supporto politico, finanziario e tecnico, in particolare durante questo periodo di crisi, per concorrere nella costruzione di un’economia resiliente. Nell’ambito del quarto programma di assistenza macro finanziaria (AMF) dell’UE, l’Ucraina ha raggiunto gli obiettivi di riforma richiesti ed è stato predisposto un prestito di 500 milioni di euro” ha dichiarato Valdis Dombrovskis, Vicepresidente esecutivo per un’economia al servizio delle persone, anche responsabile dell’AMF per l’Ucraina. Tale sovvenzione si colloca in un quadro di aiuti versati dall’UE all’Ucraina dal 2014 di 3,8 miliardi di euro ed è ancor più significativo in un momento chiave nel limitare l’impatto economico generato dalla pandemia.

Paolo Gentiloni, Commissario per l’Economia, ha aggiunto: “Questo prestito è un’ulteriore prova della nostra determinazione a sostenere attivamente l’Ucraina e la sua popolazione in questi tempi difficili. Forniremo ulteriore assistenza al paese nell’ambito di un pacchetto più ampio di misure relative alla crisi pandemica, esteso ad altri 10 paesi partner. Questa crisi non conosce frontiere e la solidarietà europea non si ferma ai confini dell’Unione ”.

Tale forma di sostegno, disponibile sotto forma di prestiti a lungo termine a tasso ridotto, è stata possibile dopo che l’Ucraina ha compiuto grandi passi avanti, attuando importanti riforme concordate con l’UE.  Queste misure vanno dalla lotta alla corruzione e al riciclaggio di denaro, alla gestione delle finanze pubbliche, ai settori dell’energia e delle banche, all’assistenza sanitaria e alla politiche sociali. Il paese sta inoltre finalizzando un nuovo accordo di riserva con il Fondo monetario internazionale (FMI).

L’assistenza macrofinanziaria (AMF) fa parte delle competenze generali dell’Unione nei confronti dei suoi paesi partner ed è concepita come uno strumento eccezionale per reagire alle crisi ed è complementare all’aiuto concesso dall’FMI. I prestiti concessi nell’ambito dell’AMF sono finanziati mediante l’assunzione, da parte dell’UE, di prestiti sui mercati dei capitali. Successivamente i fondi vengono prestati, a condizioni finanziarie analoghe, ai paesi beneficiari. 

Per approfondire: il comunicato della Commissione europea

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here