SELFIE, uno strumento digitale volto all’insegnamento

184

Il programma sta aiutando molti alunni e insegnanti in tutta Europa a migliorare l’utilizzo delle tecnologie nelle scuole

Dopo poco più di un anno dalla promozione della piattaforma online gratuita SELFIE (acronimo inglese che significa, letteralmente, “autoriflessione su un apprendimento efficace mediante la promozione dell’innovazione attraverso le tecnologie per la didattica”) si sono contate, all’incirca, 450000 persone comprendenti studenti, professori e dirigenti di 45 diversi stati che ne hanno usufruito. Questo strumento, promosso dalla Commissione europea all’interno del piano d’azione per l’istruzione digitale, aiuta gli enti scolastici a migliorare l’efficienza nell’uso delle tecnologie informatiche volte all’insegnamento e all’apprendimento. Per la fine dell’anno corrente, si stima che gli utenti aumenteranno ancora di almeno 50000 unità.


Il Commissario per l’istruzione, la cultura, i giovani e lo sport e responsabile del Centro comune di ricerca, Tibor Navracsics, si dichiara molto soddisfatto dei risultati raggiunti da SELFIE. Entusiasmo pienamente condiviso, in tutta Europa, anche da numerosi dirigenti scolastici e professori che ne hanno fatto uso.
Questo dispositivo di valutazione online sta riscuotendo un notevole successo anche grazie ai finanziamenti provenienti dal progetto europeo Erasmus+ e alla visibilità acquistata attraverso eTwinning (la più grande piattaforma per insegnanti al mondo) e la settimana UE della programmazione.


Inoltre, SELFIE è in costante miglioramento grazie ai continui responsi dei suoi utenti, che porteranno alla realizzazione, nel 2020, di una versione aggiornata della piattaforma.

Per saperne di più: il comunicato della Commissione europea

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here