Sconfiggere gli stereotipi attraverso i nuovi linguaggi

905

Si chiama “Colorful but Colorblind” il progetto co-finanziato dall’Unione Europea che si è aggiudicato il premio della statunitense Society of Professional Journalists e che si pone l’obiettivo di contrastare attraverso il cinema gli stereotipi sui rom.
Nell’ambito del progetto, che ha ricevuto un sostegno UE pari oltre 300.000 euro attraverso il programma Diritti fondamentali e cittadinanza, è stata costituita una redazione di 50 giornalisti, rom e non, che ha seguito un apposito percorso formativo gestito da specialisti della narrazione multimediale prima di lavorare alla realizzazione di 25 cortometraggi.
I corti affrontano le questioni più frequentemente legate alla vita delle comunità   rom soprattutto nell’Europa centrale e orientale e trasmettono messaggi di incentivazione del dialogo tra culture e di superamento degli stereotipi.
Viviane Reding, commissaria UE per la Giustizia e vicepresidente della Commissione Europea si è detta «fiera» del riconoscimento ricevuto oltre oceano da un progetto cofinanziato dall’UE che «rappresenta la prova «che gli sforzi senza precedenti e l’impegno dell’Unione Europea per promuovere l’integrazione sociale ed economica dei Rom stanno dando i loro frutti».

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here