Risoluzione del Parlamento Europeo sulla crisi siriana

867

Definizione e applicazione di “cessate il fuoco”, abbandono delle zone urbane da parte delle forze in guerra, liberazione di prigionieri e via libera all’aiuto umanitario ai civili. Sono queste le richieste rivolte dall’Aula di Strasburgo alle parti in conflitto in Siria in una Risoluzione.

In particolare, il Parlamento incoraggia la Coalizione nazionale delle forze della rivoluzione e dell’opposizione siriana a “formare un fronte di opposizione unito, inclusivo e organizzato”. Esprime inoltre preoccupazione per “la partecipazione sempre più attiva dei gruppi estremisti islamici e dei combattenti stranieri, nonché per l’avanzare della violenza a carattere religioso o etnico”.

Prima del voto, il presidente del Parlamento Martin Schulz ha reso omaggio a i giornalisti «che garantiscono il diritto all’informazione pagando anche con la loro stessa vita». (7 febbraio 2014)

Clicca qui per saperne di più

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here