Prosegue l’impegno UE sul fronte umanitario

33

Nuovi aiuti verso Afghanistan e Paesi del Corno d’Africa

La difficile situazione umanitaria internazionale continua a spingere l’Unione Europea ad attivarsi in prima linea nell’invio di aiuti e strumenti di supporto.

La scorsa settimana è stato approvato un nuovo pacchetto di aiuti dal valore di 60 milioni di Euro, destinato a supportare i progetti dell’Autorità intergovernativa sullo sviluppo (IGAD) che riunisce diversi Paesi del Corno d’Africa: Gibuti, Etiopia, Eritrea, Kenya, Somalia, Sudan, Sud Sudan e Uganda. I fondi consentiranno di far fronte più efficacemente all’epidemia di coronavirus nell’area, garantendo l’afflusso di forniture sanitarie, tra cui test e altri dispositivi di protezione, e migliorando l’accesso a cure adeguate da parte delle persone più vulnerabili, tra i quali sfollati e migranti.

L’UE ha inoltre predisposto, nell’ambito della risposta globale al coronavirus, un nuovo ponte aereo verso l’Afghanistan, contenente 100 tonnellate di materiale sanitario destinato agli operatori umanitari in azione nel Paese. Al ponte aereo si aggiungono, inoltre, nuovi aiuti per un valore complessivo di 39 milioni di Euro, che finanzieranno assistenza sanitaria, alimentare e altre misure di protezione nei confronti della popolazione locale, con particolare riguardo a donne e minori.

Per approfondire: gli aiuti ai Paesi del Corno d’Africa, il ponte aereo verso l’Afghanistan

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here