Plenaria a Bruxelles: 28-29 marzo

846

Questa settimana, il 28 e il 29 marzo, i deputati del Parlamento Europeo si riuniscono in plenaria a Bruxelles.

All’ordine del giorno, di quella che sarà la seconda plenaria di marzo, i progressi compiuti dai Paesi balcanici nel percorso di integrazione europea: nello specifico saranno presentate relazioni sulla Serbia (dal 1 marzo diventata ufficialmente Paese candidato), sul Kosovo, sulla Turchia, e sul Montenegro.

Giovedì seguirà una discussione e sarà votata una risoluzione sulla situazione dei diritti umani e sulle libertà fondamentali, fortemente minacciati in Bielorussia.

Durante la plenaria anche un aggiornamento sulla missione “troika” in Grecia. La missione “troika”, formata da alcuni membri della Commissione, della Banca Centrale Europea e del Fondo Monetario Internazionale, illustreranno i risultati del loro confronto con le commissioni per gli Affari economici e al Lavoro, sugli sforzi fatti per salvare la Grecia e l’attuale situazione economica e finanziaria del Paese greco.

Nella mini-plenaria si parlerà anche dell’aiuto ai rifugiati: mercoledì sarà discussa la proposta di istituire incentivi finanziari per gli stati che accoglieranno i profughi.

Per assicurare un mercato più sicuro e trasparente, saranno votate nuove regole sul commercio dei prodotti finanziari derivati “fuori borsa”, frutto di negoziati complessi e lunghi, tra gli Stati membri.

In questa plenaria saranno inoltre nominati i membri della nuova commissione parlamentare per il Crimine organizzato, istituita durante la scorsa plenaria. Questa nuova commissione, “criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro” (questa la denominazione ufficiale) con mandato annuale rinnovabile di un anno, avrà il compito di investigare l’infiltrazione della criminalità organizzata nell’economia legale, nella pubblica amministrazione e nella finanza ed individuare le misure idonee per combatterla. La commissione inizierà i propri lavori entro fine aprile.

Infine marcoledì, durante una conferenza stampa, il presidente del Parlamento Europeo, Martin Schulz, presenterà la posizione del Parlamento sull’iniziativa dei cittadini, prima della sua entrata in vigore, il 1 aprile.

In agenda anche due incontri esterni alla plenaria:  una discussione per un possibile accordo tra UE e Stati Uniti d’America sul trattamento, e sulla tutela dei dati personali,  e una proposta di maggiori scambi dei dati dei viaggiatori al fine di facilitare la lotta al terrorismo.

Per saperne di più 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here