Pacchetto allargamento 2021: priorità della Commissione in materia di riforme per i Balcani occidentali e la Turchia

314

La Commissione europea ha recentemente adottato il pacchetto allargamento 2021, che presenta i progressi dei paesi nei Balcani occidentali e della Turchia verso l’adesione all’Unione europea.

Balcani occidentali

L’impegno dell’UE nella regione si è tradotto nel sostegno alle strategie di risposta all’emergenza pandemica e nell’appoggio finanziario verso economie più verdi e digitali. D’altra parte, i paesi partner dei Balcani occidentali si sono impegnati a creare un mercato regionale comune e dovrebbero concentrarsi sul superamento delle difficoltà incontrate al fine di ottimizzare opportunità e benefici previsti dal piano economico e di investimenti.

Il Montenegro e la Serbia hanno accettato l’applicazione della metodologia di adesione riveduta. Per i due paesi la Commissione ha garantito la presenza dell’equilibrio fra i progressi sullo Stato di diritto (e sulla normalizzazione delle relazioni con il Kosovo, nel caso serbo) e quelli sui negoziati di adesione. Tuttavia, ulteriori progressi restano ancora da raggiungere. Il Montenegro dovrebbe intensificare gli sforzi in diversi ambiti relativi al rispetto dello Stato di diritto. La Serbia, invece, dovrebbe principalmente completare la riforma costituzionale della magistratura e migliorare l’allineamento con la politica estera e di sicurezza dell’UE.

L’Albania e la Macedonia del Nord continuano a rispettare i prerequisiti per l’apertura dei negoziati di adesione e hanno progredito nel percorso delle riforme UE. Pertanto, è indispensabile che entro la fine dell’anno gli Stati membri concludano le discussioni sui quadri di negoziazione.

In Bosnia-Erzegovina l’obiettivo strategico dell’integrazione nell’UE non si è tradotto in azioni concrete e il quadro politico è ancora polarizzato. Anche se sono stati registrati alcuni miglioramenti, il paese deve ancora realizzare diverse riforme prima che la Commissione possa attribuire al paese lo status di candidato.

Il Kosovo, secondo il giudizio della Commissione, soddisfa tutti i parametri di riferimento per la liberalizzazione dei visti, ma la proposta è ancora in sospeso in sede di Consiglio. Inoltre, la sottoscrizione di un accordo di normalizzazione dei rapporti del paese con la Serbia è di cruciale importanza per permettere ai due stati di progredire nei rispettivi percorsi verso l’adesione all’UE.

Turchia                                                                                                                                                      
La Turchia è un importante partner dell’Unione europea in ambiti di comune interesse, quali la migrazione, la lotta al terrorismo, l’economia, il commercio, l’energia e i trasporti. Sulla base della comunicazione congiunta sullo stato di avanzamento delle relazioni UE-Turchia del marzo 2021, l’UE è pronta a rafforzare la cooperazione con la Turchia a fronte di un allentamento delle tensioni stabile e duraturo. Nonostante lo Stato di diritto e i diritti fondamentali siano parte integrante delle relazioni con l’UE, la Turchia non ha preso provvedimenti volti ad alleviare le preoccupazioni dell’Unione europea circa l’aggravarsi delle condizioni dello Stato di diritto, del rispetto dei diritti fondamentali e dell’indipendenza della magistratura. Pertanto, il paese deve adoperarsi per invertire questa tendenza negativa. La Turchia ha però continuato a svolgere un ruolo cruciale nel quadro della migrazione nel Mediterraneo orientale, accogliendo il maggior numero di rifugiati al mondo. Inoltre, l’UE accoglie con favore la ratifica dell’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici da parte della Turchia.

Prossime tappe

Le relazioni contenute nel pacchetto allargamento 2021 saranno prese in carico dal Consiglio per l’adozione delle decisioni relative all’avanzamento dei processi di adesione per i Paesi coinvolti.

Parallelamente, il nuovo strumento di assistenza preadesione/IPA III, adottato con una dotazione di bilancio di oltre 14 miliardi di euro, consentirà ai Paesi candidati di finanziare le riforme necessarie ad allinearsi agli standard previsti dall’Unione europea.

Per approfondire: il comunicato della Commissione; Rafforzare il processo di adesione – Una prospettiva europea credibile per i Balcani occidentaliProcesso di adesione all’UE – tutte le tappe; Processo di adesione all’UE dei Balcani occidentali

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here