O’Reilly: prima donna Mediatore europeo

1487

Nella plenaria di mercoledì il Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, ha eletto Emily O’Reilly Mediatore europeo.

Il ruolo del Mediatore, ufficio stabilito nel 1995, è quello di indagare sui casi di cattiva amministrazione da parte delle istituzioni dell’UE, tra cui la mancanza di trasparenza e il rifiuto di fornire informazioni o documenti. Le norme comunitarie stabiliscono che il Mediatore deve offrire garanzia di totale d’indipendenza e viene di norma eletto dal Parlamento con voto segreto, all’inizio di ogni legislatura. O’Reilly, irlandese, un passato da giornalista, è la prima donna a ricoprire l’incarico di Mediatore europeo e sostituirà il greco Nikiforos Diamandouros, dimissionario, a partire dal prossimo primo ottobre.

L’elezione di O’Reilly è stata sostenuta da 359 deputati: al terzo scrutinio, i deputati hanno scelto tra Ria Oomen-Ruijten (Paesi Bassi) e l’irlandese, i due più votati al secondo turno, come previsto dal regolamento. Gli altri due candidati erano: Dagmar Roth-Behrendt (Germania) e Francesco Speroni (Italia).

 

2 COMMENTI

  1. Visto che si tratta di una donna non sarebbe meglio definirla “mediatrice” europea?. Perché in Italia si è così riluttanti ad usare il linguaggio di genere? Anche da ciò si misura il livello culturale di un paese rispetto alla parità di genere che vede, non a caso, l’Italia buona ultima nelle classifiche europee (vedi il post di Apice del 18 giugno u.s.), oltre che mondiali.

  2. Signora Marina, la parità di genere è rispetto della “persona” che non deve “apparire” neppure
    nominalmente – a mio avviso – ma deve, essenzialmente,
    “essere” per dare – in parità di genere – un funzionale
    e qualificato impegno di lavoro sia se il mediatore “donna” la chiamiamo direttore o direttrice oppure “mediatore o mediatrice”.
    Impegno pubblico nel dare “garanzia indiscutibile di totale indipendenza”.
    Spero che condivida, cordialmente.
    Donato Galeone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here