Nuovi interventi umanitari dell’UE in Afghanistan, Mozambico e Kosovo

94

Anche questa settimana non sono mancati interventi e stanziamenti di risorse da parte dell’Unione europea per far fronte ai bisogni umanitari ai suoi confini e nel Mondo.

Un primo pacchetto di aiuti, dal valore di 25 milioni di euro, è stato stanziato a favore della popolazione afghana per far fronte alle conseguenze La Niña, il fenomeno meteorologico che ha colpito il Paese causando una prolungata siccità e gravi difficoltà di approvvigionamento alimentare per oltre 14 milioni di persone. 

Un ponte aereo organizzato dai governi italiano e portoghese e cofinanziato dalla Commissione europea ha invece consentito la fornitura di oltre 15 tonnellate di derrate alimentari e aiuti salvavita alla popolazione del Mozambico, costretta a vivere in condizioni di grave insicurezza alimentare e privata dei servizi di base a causa del conflitto interno che affligge il Paese. 

Infine, nell’ambito del Meccanismo di protezione civile dell’UE, l’Unione ha cofinanziato la fornitura, da parte del governo della Norvegia, di oltre 180 mila dosi di vaccino anti-covid alla popolazione del Kosovo, che vanno a sommarsi alle scorte di dispositivi di protezione e altro materiale medico già forniti al piccolo Paese balcanico dall’inizio della pandemia.

Per approfondire: gli aiuti alla popolazione afghana, il ponte aereo verso il Mozambico, i vaccini anti-covid in Kosovo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here