Nuovi impegni per il futuro dei mari nella conferenza “Our Ocean 2019”

206

L’Unione Europea si impegna a stanziare 540 milioni di Euro

È recentemente terminata la sesta conferenza annuale “Our Ocean”, l’evento che dal 2014 riunisce rappresentanti dei governi, aziende e ONG per definire una strategia globale di tutela delle aree marittime, minacciate dagli elevati livelli di inquinamento e dalle conseguenze dei cambiamenti climatici in atto.

L’edizione 2019, svoltasi a Oslo, ha visto l’Unione europea assumere 22 nuovi impegni, a fronte dei quali è previsto lo stanziamento di poco inferiore ai 540 milioni di Euro.

In dettaglio:

  • 250 milioni di Euro finanzieranno la ricerca europea finalizzata al miglioramento della sostenibilità ambientale ed economica del settore ittico, alla riduzione del livello di inquinamento dei mari, alla promozione di trasporti marittimi non inquinanti e all’incremento della quota di energia prodotta dalle cosiddette “rinnovabili blu” (maree, moti ondosi e altre fonti di produzione marittime).
  • 100 milioni di Euro consentiranno l’erogazione di sgravi fiscali per gli operatori del trasporto marittimo che adotteranno politiche di riduzione dei consumi e dei rifiuti prodotti, migliorando la sostenibilità ambientale della propria attività;
  • 100 milioni di euro saranno destinati a sostenere il sistema economico europeo nella transizione verso la circolarità, attraverso investimenti green e misure di tutela degli ecosistemi;
  • 40 milioni di Euro supporteranno i Paesi di Africa, Caraibi e Pacifico (ACP) nel processo di incremento della sostenibilità dei rispettivi settori ittici;
  • 12,8 milioni di Euro finanzieranno il programma di monitoraggio dei ghiacci marini “Copernicus”;
  • 9,9 milioni di Euro contribuiranno al programma di adattamento ai cambiamenti climatici definito dalla Iniziativa congiunta del Pacifico per la biodiversità, i cambiamenti climatici e la resilienza, promossa dalla Francia a beneficio di Stati e territori dell’area del Pacifico.

Infine, l’Unione europea ha annunciato l’imminente lancio della piattaforma di monitoraggio “The Ocean Tracker”, finalizzata al controllo continuo sull’effettiva realizzazione degli impegni assunti. Complessivamente, gli impegni assunti dai partecipanti alle varie edizioni delle conferenze “Our Ocean” ammontano a oltre 10 miliardi di Euro. L’Unione europea, da sola, ha già già assunto complessivamente 77 impegni, l’80% dei quali è già stato mantenuto o è in procinto di esserlo.

Per approfondire: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here