Nuovi aiuti internazionali a sostegno della popolazione siriana

170

Nella terza conferenza di Bruxelles l’UE e i suoi Paesi membri si confermano principali donatori internazionali

Nel contesto di una crisi siriana che perdura ormai dal 2011 e ha già mietuto quasi mezzo milione di vittime, si è tenuta la Terza Conferenza di Bruxelles intitolata “Sostenere il futuro della Siria e della regione“, svoltasi dal 12 al 14 marzo 2019 e presieduta congiuntamente dall’Unione europea e dalle Nazioni Unite.
La Conferenza, oltre a rinnovare il sostegno a una soluzione politica duratura per porre fine al conflitto siriano, ha infatti mobilitato uno stanziamento internazionale di aiuti per un totale di 8,3 miliardi di € per il biennio 2019-20 (6,2 miliardi € dei quali per il solo 2019) che consentiranno di garantire la necessaria assistenza umanitaria ai 5,6 milioni di siriani rifugiati nei Paesi limitrofi e agli 11,7 milioni rimasti nel Paese.
L’Unione europea e i suoi Paesi membri si confermano nuovamente in cima all’elenco dei principali donatori, garantendo ben 6,79 miliardi di €, pari a due terzi dell’importo di spesa complessivamente impegnato a livello internazionale: 2,57 miliardi di € saranno posti a carico del bilancio dell’UE, mentre gli altri 4,22 miliardi di € verranno stanziati dai singoli Paesi membri. Le risorse stanziate dall’Unione e dai suoi membri dall’inizio del conflitto siriano salgono così complessivamente a circa 17 miliardi di Euro.

Per approfondire: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here