L’Unione pronta a sostenere una Bielorussia democratica

59

Presentato il piano di sostegno al Paese, congelato in attesa di sviluppi democratici; nuovi aiuti alla vicina Ucraina 

Guardano a est le più recenti iniziative dell’Unione sul piano degli aiuti umanitari e allo sviluppo.

La Commissione europea ha recentemente presentato il Piano di sostegno economico per una futura Bielorussia democratica, una pacchetto da 3 miliardi di euro finalizzato a supportare la transizione del Paese verso la democrazia non appena se ne creeranno le condizioni. Il Paese è attualmente retto dal regime autoritario di Aljaksandr Lukašėnka, primo (e unico) presidente eletto nel Paese dopo il crollo dell’Unione Sovietica e la conseguente indipendenza; la stretta del regime sul Paese è ulteriormente aumentata dopo le elezioni presidenziali del 2020 e le relative denunce di brogli da parte dell’opposizione democratica.

Il piano UE prevede una combinazione di sovvenzioni e prestiti finalizzati a stimolare investimenti pubblici e privati, finanziare i processi di riforma delle istituzioni e rafforzare il sistema socio-economico del Paese. 

L’Unione curerà l’organizzazione di un Forum per gli investimenti e una Conferenza dei donatori, puntando a mobilitare 1,5 miliardi di Euro in prestiti e investimenti. Un pacchetto per la transizione di ammontare variabile sino a 400 milioni di euro, finanziato nell’ambito dello Strumento di vicinato, sviluppo e cooperazione internazionale (NCIDI), sosterrà la realizzazione delle riforme strutturali necessarie e il rafforzamento del sistema sanitario, scolastico e di giustizia del Paese.

Infine, 100 milioni di euro in garanzie contribuiranno a mobilitare sino a 1 miliardo di euro in risorse finalizzate alla realizzazione di infrastrutture sostenibili e contribuiranno alla transizione verde e digitale del Paese.

Parallelamente, è stato approvato un pacchetto di aiuti da 25,4 milioni di Euro per l’Ucraina, dove è ancora in corso il conflitto iniziato nel 2014 con l’annessione Russa della Crimea e la violenza separatista nelle regioni orientali.

Il nuovo pacchetto contribuirà ad alleviare le difficili condizioni di vita dei 3,4 milioni di ucraini che abbisognano attualmente di assistenza umanitaria di base.

Per approfondire: il piano di sostegno alla Bielorussia, gli aiuti all’Ucraina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here