L’Unione Europea sostiene la dichiarazione sui diritti delle persone con disabilità delle Nazioni Unite

54

“Sosteniamo gli sforzi intrapresi dal Segretario generale delle Nazioni Unite e ribadiamo il nostro impegno nella difesa delle persone con disabilità, in linea con la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, di cui l’Ue è parte” è la dichiarazione congiunta dell’Alto rappresentante per la politica estera Ue, Josep Borrell, la vicepresidente della Commissione per i valori e la trasparenza, Věra Jourová, e la commissaria per l’uguaglianza, Helena Dalli, dopo la “Risposta inclusiva della disabilità a Covid-19 – Verso un futuro migliore per tutti”, documento presentato alle Nazioni Unite a New York da 138 Paesi, tra cui tutti gli Stati membri dell’Ue. Tale dichiarazione ha sullo sfondo la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità (UNCRPD), primo strumento internazionale giuridicamente vincolante che stabilisce norme a sostegno dei diritti delle persone con disabilità, a cui l’Unione Europea ha aderito nel 2011.

In risposta alla grave situazione generata dal Covid-19, la Commissione ha messo in atto una serie di misure a sostegno degli Stati membri dell’UE e mobilitato il Fondo Sociale Europeo e il Fondo di aiuti europei agli indigenti, per fornire sostegno ai più vulnerabili e fragili e affrontare le nuove sfide sanitarie e sociali, senza alcuna discriminazione. La pandemia e le sue conseguenze socioeconomiche stanno purtroppo avendo un impatto importante sui diritti delle persone con disabilità, in termini di parità di accesso all’assistenza sanitaria, ai servizi di cura, accompagnamento e supporto e all’istruzione.

Per approfondire: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here