L’Unione Europea annuncia la concessione di più di 44 milioni di Euro in aiuti umanitari in favore delle popolazioni bisognose in Afghanistan, Iran e Pakistan

868

La Commissione europea ha annunciato la concessione di aiuti umanitari per un totale di più di 44 milioni di Euro in favore delle popolazioni bisognose nel Sud-Ovest dell’Asia e nell’Asia Centrale che continuano a fronteggiare le conseguenze di anni di guerre e catastrofi naturali ricorrenti.

Questi fondi permetteranno di sostenere i rifugiati afghani e le loro famiglie in Iran e Pakistan, di aiutare le vittime della guerra in Afghanistan e di migliorare la gestione dei rischi di catastrofi in Asia Centrale.

25,5 milioni di Euro saranno utilizzati per venire in aiuto alle persone sfollate interne all’Afghanistan che hanno dovuto sfuggire al conflitto o che sono state ferite. L’aiuto verterà principalmente su aspetti come la protezione, l’alimentazione, la fornitura di alloggi di emergenza, la sanità, l’acqua, l’igiene e le fognature.

L’Unione Europea manterrà e rinforzerà altresì il suo aiuto in Iran. Le organizzazioni umanitarie presenti nel Paese riceveranno circa 10 milioni di Euro per aiutarle a completare gli sforzi messi in campo per rispondere ai bisogni elementari dei rifugiati afghani e delle loro famiglie, dando la precedenza, tra le altre cose, all’educazione dei bambini e all’alimentazione.

Le organizzazioni attive in Pakistan beneficeranno di circa 7 milioni di Euro che serviranno soprattutto ad aiutare i pachistani sfollati a causa della guerra civile e contribuiranno a fornire dei servizi essenziali ai rifugiati afghani.

In Asia Centrale, più di 2 milioni di Euro saranno stanziati per ridurre i rischi di catastrofi naturali, al fine di permettere alle popolazioni di essere preparati meglio a fronteggiare gli imprevisti.

Christos Stylianides, commissario per gli Aiuti umanitari e la gestione delle crisi, ha affermato che «l’aiuto dell’Unione Europea […] sosterrà le centinaia di migliaia di persone vittime di conflitti e catastrofi naturali nel Sud-Ovest dell’Asia e in Asia Centrale. Sono stato da poco nella regione e ho constatato da me quali siano i bisogni umanitari».

 

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here