L’europeismo dei giovani, lo studio del CESE

244

Il CESE ha recentemente pubblicato i risultati di uno studio richiesto dal gruppo Diversità Europa sul sentimento dei giovani europei rispetto all’appartenenza all’Unione europea.

Lo studio è basato principalmente su un sondaggio rivolto a ragazzi tra i 14 e i 18 anni, di varie scuole del territorio europeo, per sondare le loro conoscenze e il loro sentimento europeo.

Da questi risultati emerge che i giovani ritengono che sia un grande vantaggio il fatto di appartenere alla famiglia europea, sono aperti alla conoscenza rispetto alle lingue, alla cultura, alle persone che compongono l’Unione, pur muovendo delle critiche a questa Europa, che non sarebbe sufficientemente attenta alle loro richieste e alle loro opinioni.

Per porre rimedio a ciò appare necessario costruire una nuova cittadinanza europea, ricorrendo    a nuovi strumenti di dialogo ed educativi, quali ad esempio una piattaforma di apprendimento europea e programmi di studio scolastici con maggior insegnamento del funzionamento e delle politiche europee.  Viene inoltre rivolta una richiesta  ai funzionari europei, affinché comunichino meglio il loro lavoro.

Il presidente del gruppo Diversità Europa, Arno Metzler si è dichiarato soddisfatto dei risultati, ritenendo che si devono sfruttare queste proposte dei giovani, tracciando la strada per il futuro sulla base di esse.  

I risultati dello studio saranno trasmessi alla Commissione europea, non appena si insedierà.

PER APPROFONDIRE

Il Comunicato stampa del CESE

Il documento dello studio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here