L’Europa a sostegno dei microimprenditori italiani: 10 milioni di euro per PMI, start-up, donne e giovani.

395

Sarà di 10 milioni di euro l’ammontare dei prestiti agevolati che l’Unione Europea, attraverso la Banca Popolare Sant’Angelo (BPSA) erogherà a 650 microimprenditori italiani nei prossimi cinque anni.

Si tratta di una misura che si inquadra nell’ambito del programma dell’UE per l’occupazione e l’innovazione sociale (EaSI) e del piano d’investimenti per l’Europa il cui pilastro poggiante è il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS). Il FEIS fornisce un sistema di garanzie alla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) che collabora con una serie di intermediari finanziari locali per far arrivare finanziamenti a quegli imprenditori che, per dimensione o natura del loro business, hanno trovato nella mancanza di credito un ostacolo ai loro progetti, in particolare durante questi anni di crisi ed incertezza sui mercati finanziari. In questo modo, si garantisce vicinanza agli imprenditori sul territorio e, al contempo, una solida garanzia proveniente direttamente dalle istituzioni europee.

Dal suo avvio nel 2015, si stima che il FEIS abbia già supportato 850 mila piccole e medie imprese in tutt’Europa principalmente operanti in settori dove risulta più difficile trovare finanziamenti, in particolare quello dell’innovazione, del digitale, dell’energia e delle infrastrutture sociali. Con il programma EaSI, inoltre, la Commissione punta, per la prima volta, ad investire nell’impresa sociale e ad ampliare l’accesso al microcredito in Europa.

Nel caso dell’Italia, il piano da 10 milioni di euro sarà indirizzato in via prioritaria a donne, giovani e start-up che si trovano in particolare sul territorio siciliano, consentendo loro di ottenere prestiti a tassi agevolati e dietro minori garanzie reali rispetto ad un normale finanziamento. La Sicilia è, infatti, la regione che ha visto una stretta creditizia maggiore negli ultimi anni. È per questo particolarmente significativo che una banca vicina alla realtà locale come la BPSA sia il veicolo diretto attraverso cui gli imprenditori interessati potranno accedere al prestito.

L’obiettivo è quello di stimolare attraverso nuovi investimenti una maggiore occupazione ed una crescita più inclusiva, coinvolgendo le categorie più fragili e i settori a più alto impatto sul PIL. La pagina dedicata offrirà ai cittadini la possibilità di essere costantemente informati sullo stato di avanzamento di questo piano di finanziamenti e su quelli già realizzati grazie al FEIS.

 

Per approfondire: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here