La Danimarca verso la presidenza dell’UE

1587

La Danimarca assumerà   la presidenza di turno dell’Unione Europea tra una decina di giorni subentrando così alla Polonia.
Le priorità   della prossima presidenza, che inizierà   il 1 gennaio 2012, sono state illustrate dal ministro danese per gli Affari esteri, Nicolai Wannen, nel corso di una conferenza stampa congiunta con il ministro polacco agli Affari europei.
Quattro le priorità   indicate dal governo danese che vuole «preservare l’unità   tra i 17 paesi della zona dell’euro e gli altri dieci» per essere «un ponte sopra le acque agitate della Ue». Con queste parole Wannen ribadisce l’impegno prioritario che il suo Paese porterà   avanti per «portare l’euro in acque tranquille».
La Danimarca lavorerà   quindi per portare l’Europa fuori dalla crisi, arrivando alla formulazione del nuovo testo sul patto di stabilità   affinchà© il trattato sia il più condiviso possibile e possa garantire così un’Europa più responsabile in grado di ripristinare la fiducia del mercato nelle economie europee.
Tra le priorità   della presidenza danese, vi è la volontà   di creare un’economia europea più dinamica, per rivitalizzare la crescita e l’occupazione, accanto ad altri importanti temi al centro dell’ agenda danese. Nonostante la difficile fase che si sta attraversando, il tema della green economy non puಠmancare: prioritario lo sviluppo di una crescita sostenibile, accompagnata da una maggior efficienza energetica e dall’incremento dell’ utilizzo di fonti energetiche rinnovabili.
Infine la nuova presidenza vuole adoperarsi per un’Europa più sicura: lotta più efficace contro la criminalità  , e rafforzamento della cooperazione Schengen sono le linee guida per garantire la sicurezza dei cittadini europei e per risolvere i problemi transfrontalieri in un mondo sempre più globalizzato.

Per saperne di più

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here