La Commissione tutela i diritti dei minori e protegge i minori in stato di necessità

258

Nel quadro del piano d’azione sul pilastro europeo dei diritti sociali adottato il 4 marzo 2021, la Commissione ha adottato la prima strategia generale dell’UE sui diritti dei minori, nonché una proposta di raccomandazione del Consiglio che istituisce una garanzia europea per l’infanzia, al fine di promuovere pari opportunità per i minori a rischio di povertà o di esclusione sociale. Per preparare entrambe le iniziative la Commissione, in associazione con le principali organizzazioni globali per i diritti dei minori, ha raccolto il parere di oltre 10.000 minori.

Strategia dell’UE: le sei aree tematiche e l’azione proposta

  1. I minori come agenti di cambiamento nella vita democratica: dalla produzione di testi giuridici adatti ai minori all’organizzazione di consultazioni con i minori.
  2. Il diritto dei minori di realizzare pienamente il loro potenziale indipendentemente dal loro contesto sociale: dal combattere la povertà e l’esclusione sociale, alla salute mentale, all’alimentazione sana.
  3. Il diritto dei minori di essere liberi dalla violenza: dai testi legislativi volti a combattere la violenza di genere e la violenza domestica, alle raccomandazioni porre fine alle punizioni corporali.
  4. Il diritto dei minori a una giustizia a misura di minore in quanto vittime, testimoni, indagati o imputati per la commissione di un reato, o parti in qualsiasi procedimento giudiziario.
  5. Il diritto dei minori di navigare in sicurezza: la strategia europea per un internet migliore per i ragazzi sarà aggiornata; la proposta di legge sui servizi digitali mira a rendere sicura l’esperienza online.
  6. I diritti dei minori nel mondo: i diritti dei minori sono universali. L’UE assegnerà il 10 % dei finanziamenti per gli aiuti umanitari all’istruzione nelle situazioni di emergenza.

La nuova garanzia europea per l’infanzia

Nel 2019 quasi 18 milioni di minori nell’UE (il 22,2 % dei minori) vivevano in famiglie a rischio di povertà o di esclusione sociale. La garanzia europea per l’infanzia mira a promuovere le pari opportunità garantendo l’accesso a una serie di servizi fondamentali per i minori in stato di necessità.

Nell’ambito della garanzia europea per l’infanzia, si raccomanda agli Stati membri di permettere ai minori bisognosi di accedere gratuitamente ed efficacemente a:

  • educazione e cura della prima infanzia;
  • istruzione e attività scolastiche;
  • almeno un pasto sano per ogni giornata scolastica;
  • assistenza sanitaria.

L’UE mette a disposizione finanziamenti a sostegno di tali azioni nell’ambito del Fondo sociale europeo Plus (FSE+), per promuovere l’inclusione sociale, lottare contro la povertà e investire nelle persone. A suo supporto intervengono anche il Fondo europeo di sviluppo regionale, InvestEU e il dispositivo per la ripresa e la resilienza.


Per saperne di più: La Commissione propone iniziative per tutelare i diritti dei minori e proteggere i minori in stato di necessità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here