La Commissione decide di registrare due nuove iniziative dei cittadini europei

72

La Commissione europea ha annunciato oggi la registrazione di due nuove iniziative dei cittadini europei: “Vietare le pratiche di conversione nell’Unione europea” e “Iniziativa dei cittadini europei a difesa dell’agricoltura e dell’economia rurale in Europa”. La prima propone il divieto delle pratiche di conversione mirate a modificare l’orientamento sessuale, l’identità di genere e/o l’espressione di genere delle persone LGBTIQ+. La seconda chiede la protezione dell’agricoltura e dell’economia rurale attraverso misure come l’uso prioritario dei terreni agricoli per la produzione alimentare e la creazione di un’Agenzia dell’UE per l’agricoltura.

Entrambe le iniziative hanno superato l’analisi giuridica di ammissibilità secondo il regolamento sull’ICE (Iniziative dei Cittadini Europei). Gli organizzatori hanno ora sei mesi per raccogliere un milione di firme provenienti da almeno sette Stati membri. Se ciò avverrà entro un anno, la Commissione dovrà decidere se intervenire in risposta alle richieste, giustificando la decisione. Prevista dal trattato di Lisbona come strumento per dare modo ai cittadini di influire sul programma di lavoro della Commissione, l’iniziativa dei cittadini europei è stata varata nell’aprile 2012. Fino a oggi, la Commissione ha registrato 109 iniziative.

Per saperne di più: il comunicato della Commissione europea

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here