Il covid-19 e la violenza di genere

247

L’emergenza da Covid 19 ha portato a un aumento della violenza nei confronti delle donne, soprattutto in contesti privati e fra le mura domestiche. L’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (EIGE) ha condotto ricerche che hanno dimostrato che quasi ogni Stato membro ha introdotto misure e stanziato fondi, ma che si sono rivelati insufficienti di fronte ad un fenomeno in piena espansione.

Sono state adottate nei diversi Stati legislazioni che dichiarano le case di accoglienza e le linee telefoniche di emergenza “servizi essenziali”, in particolare si possono citare gli esempi di Spagna e Lituania che hanno rafforzato il lavoro coordinato tra forze dell’ordine, servizi alla salute e la giustizia. L’Irlanda ha inoltre investito 160 milioni di Euro nei “servizi essenziali”, in particolare per collegarli adeguatamente  alle esigenze dello smartworking. Altri Stati come Lettonia, Francia, Slovacchia e Estonia hanno rafforzato la legislazione in merito alla sistemazione alternativa e protezione dal partner violento. Inoltre ci si è rivolti anche a gruppi sociali più svantaggiati, come i migranti e i rifugiati, le donne della comunità Rom o della comunità LGBTIQ+, o donne non udenti. In generale ogni Stato membro ha sostenuto campagne di sensibilizzazione rivolte ai cittadini sulle iniziative adottate, sottolineando in particolare il ruolo chiave dei testimoni di una violenza di genere e la necessità di adeguato sostegno nei loro confronti.

Tuttavia le risorse sono ancora insufficienti per gestire adeguatamente la questione: durante il primo lockdown i servizi volti alla protezione sono stati sovraccaricati enormemente dalle sempre più numerose chiamate, sentendosi impreparati a fornire un aiuto da remoto. Il Covid ha mostrato come sia fondamentale per ogni Stato membro avere un piano di emergenza da mettere in atto in casi come questi per non demandare tutto il peso dell’azione ai settori privati.

Per saperne di più: le conclusioni dell’EIGE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here