Il Consiglio dell’UE proroga le sanzioni contro il regime siriano e i suoi sostenitori

297

La misura adottata in risposta alla continua repressione violenta della popolazione civile

Il Consiglio dell’Unione Europea – riunitosi nella sua composizione “Affari esteri”,  ha deliberato la proroga fino al 1 giugno 2020 delle sanzioni adottate nel 2011 contro il regime siriano di Assad ed i suoi sostenitori nazionali e internazionali.

Le sanzioni prevedono il sequestro dei beni posseduti all’interno del territorio dell’Unione, divieto di viaggio, restrizioni agli investimenti e all’esportazione verso la Siria di materiali potenzialmente utilizzabili per finalità di sorveglianza e repressione da parte del regime, nonché un embargo totale sul petrolio.

Sono attualmente inseriti nella lista dei soggetti destinatari delle sanzioni 269 individui e 69 persone giuridiche, ritenute complici dei crimini posti in essere dal regime siriano nella sua opera di repressione della popolazione civile.

Per approfondire: il comunicato del Consiglio dell’Ue, la strategia Ue sulla Siria

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here