I principi dell’OCSE sull’Intelligenza Artificiale (IA)

219

L’OCSE ha recentemente pubblicato un documento, sottoscritto da 36 Paesi membri e da altri Paesi, principalmente del Sud America,  relativo  ai Principi sull’Intelligenza artificiale. Il documento è stato adottato durante la riunione annuale del Consiglio Ministeriale, tenutasi a Parigi, il cui tema principale era l’uso della transizione digitale per uno sviluppo sostenibile. (Harnessing the Digital Transition for Sustainable Development).

Questi principi sono stati elaborati da un gruppo di esperti  composto da responsabili politici, accademici, esperti del settore tecnologico, rappresentanti della società civile e dei sindacati e imprenditori, con  lo scopo di redigere alcuni principi guida fondamentali per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale.

Il documento firmato contiene cinque principi, fra cui : l’IA deve contribuire ad una crescita inclusiva e al benessere degli individui e del pianeta ; lo sviluppo dell’IA deve rispettare i diritti umani, lo stato di diritto e i principi democratici ; deve garantire sistemi trasparenti  e comprensibili alla popolazione. Contiene inoltre alcune raccomandazioni per i governi, in particolare per quanto riguarda gli  investimenti pubblici e privati, la ricerca, la cooperazione fra Stati e la formazione professionale.

Il documento è stato accolto anche dalla Commissione Europea, la quale, a sua volta, ha prodotto un documento analogo, e sarà oggetto di discussione nel corso del G20 del 28 e 29 giugno in Giappone.

Il Segretario Generale dell’OCSE, Angel Gurrìa, si è dichiarato soddisfatto per la firma di questo documento, sottolineando il ruolo fondamentale rivestito dall’intelligenza artificiale nella società odierna e futura e ritenendo questi principi un punto di riferimento per l’intero panorama internazionale.

PER APPROFONDIRE

Il comunicato stampa dell’OCSE

Il documento completo contenente i principi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here