I Commissari designati dalla Presidente Von der Leyen

La neo-eletta Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha recentemente presentato l’elenco dei Commissari designati e l’articolazione della Commissione europea per i prossimi 5 anni.

I Vicepresidenti – ciascuno responsabile dell’attuazione di una specifica priorità politica – saranno otto. 

Tre di loro, nominati vicepresidenti esecutivi, rivestiranno contemporaneamente l’incarico di Commissario e di Vicepresidente responsabile:

Frans Timmermans (Paesi Bassi): vicepresidente esecutivo, incaricato del coordinamento del Green Deal europeo e della gestione della politica di Azione per il clima

Margrethe Vestager (Danimarca): vicepresidente esecutiva, Commissaria per la Concorrenza e incaricata del coordinamento dell’agenda digitale europea

Valdis Dombrovskis (Lettonia): vicepresidente esecutivo, incaricato del coordinamento delle attività “per un’economia al servizio delle persone” e Commissario per i Servizi finanziari

Di seguito i nominativi degli altri cinque Vicepresidenti e le rispettive priorità politiche: 

Josep Borrell (Spagna): Alto rappresentante dell’Unione per la Politica estera e la politica di sicurezza

Věra Jourová (Repubblica Ceca): Valori e trasparenza

Margaritis Schinas (Grecia): Protezione del nostro stile di vita europeo

Maroš Šefčovič (Slovacchia): Relazioni interistituzionali e prospettive strategiche

Dubravka Šuica (Croazia): Democrazia e demografia e coordinamento delle attività della Commissione nell’ambito della “conferenza sul futuro dell’Europa”

Gli altri Commissari designati e le rispettive deleghe: 

Johannes Hahn (Austria): Bilancio e amministrazione

Didier Reynders (Belgio): Giustizia e Stato di diritto

Mariya Gabriel (Bulgaria): Innovazione e gioventù 

Stella Kyriakides (Cipro): Salute

Kadri Simson (Estonia): Energia 

Jutta Urpilainen (Finlandia): Partenariati internazionali

Sylvie Goulard (Francia): Mercato interno e direzione generale dell’Industria della difesa e dello spazio 

László Trócsányi (Ungheria): Vicinato e allargamento

Phil Hogan (Irlanda): Commercio

Paolo Gentiloni (Italia): Economia 

Virginijus Sinkevičius (Lituania): Ambiente e oceani

Nicolas Schmit (Lussemburgo): Lavoro

Helena Dalli (Malta): Uguaglianza

Janusz Wojciechowski (Polonia): Agricoltura

Elisa Ferreira (Portogallo): Coesione e riforme

Rovana Plumb (Romania): Trasporti

Janez Lenarčič (Slovenia): Gestione delle crisi

Ylva Johansson (Svezia): Affari interni

Il processo di approvazione e nomina prevede ora la sottoposizione dei candidati ad audizione da parte delle commissioni parlamentari competenti. Le audizioni avranno luogo dal 30 settembre al 8 ottobre.

Ultimate le singole audizioni, il Parlamento europeo dovrà infine approvare la composizione del collegio nel suo complesso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here