Europa 2020: gli obiettivi in tema di educazione

1371

Europa 2020 è la strategia lanciata dall’Unione Europea nel 2010 per creare le condizioni per una crescita sostenibile e inclusiva. Tra i suoi obiettivi principali, due sono collegati all’istruzione in vista di un migliore accesso al mercato del lavoro: incrementare la percentuale di persone che hanno completato percorsi universitari (almeno il 30% delle persone di 30-34 anni) e ridurre gli abbandoni scolastici (l’obiettivo UE è fissato a una riduzione al 10% della popolazione scolastica).

Lunedì 20 aprile, Eurostat, l’Istituto di statistica dell’Unione Europea, ha pubblicato i dati più recenti sul raggiungimento degli obiettivi Stati membri in merito a questi obiettivi.

La percentuale di persone tra i 30 e i 34 anni che hanno completato l’educazione terziaria è aumentata costantemente, passando dal 23,6% del 2002 al 37,9% del 2014..

Nel 2014, più della metà della popolazione tra i 30 e i 34 anni ha completato l’educazione terziaria in Lituania (53,3%), Lussemburgo (52,7%), Cipro (52,5%) e Irlanda (52,2%). Le percentuali più basse sono state registrate in Italia (23,9%), Romania (25,0%), Malta (26,6%), Slovacchia (26,9%) e Repubblica Ceca (28,2%).

La percentuale di coloro che hanno abbandonato la scuola in giovane età è diminuita dal 17,0% del 2002 all’11,1% del 2014. Questo trend dovrebbe continuare a scendere, sino a raggiungere il 10% nel 2020.

Nel 2014, le più basse percentuali di giovani che hanno abbandonato la scuola si sono registrate in Croazia (2,7%), Slovenia (4,4%), Polonia (5,4%), Repubblica Ceca (5,5%) e Lituania (5,9%). Al contrario, le percentuali più alte si sono verificate in Spagna (21,9%), Malta (20,4%), Romania (18,1%), Portogallo (17,4%) e Italia (15,0%).

Per approfondire

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here