Eurobarometro: i cittadini europei e lo “stato di salute” dei sistemi giudiziari

127

Poco più della metà (53%) dei cittadini dell’Unione esprime un giudizio positivo sullo “stato di salute” del sistema giudiziario del proprio Paese, valutato in termini di indipendenza delle corti e dei giudici, mentre poco più di uno su tre (36%) lo valuta negativamente.

Tra coloro che hanno espresso un giudizio positivo, il 78% ritiene che i giudici del proprio Paese siano in una posizione tale da garantire adeguatamente la loro indipendenza; la netta maggioranza ritiene inoltre che non vi siano interferenze né da portatori di interessi (economici o di altra natura) né da parte del governo o dei politici locali.  

Tre quarti di coloro che hanno espresso una valutazione negativa, invece, ritengono che governi e politici (77%) o attori economici o altri portatori di interesse (73%) esercitino pressioni sul sistema giudiziario; oltre il 60%, inoltre, ritiene che la posizione dei giudici non sia adeguatamente tutelata. 

L’opinione degli italiani, paragonata alla media europea, si rivela sensibilmente più negativa: il 39% esprime un giudizio positivo, mentre il 49% valuta negativamente il nostro sistema giudiziario. 

Per approfondire: l’Eurobarometro, la scheda sull’Italia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here