Disoccupazione e inflazione preoccupano i cittadini europei

I cittadini europei sono sempre più preoccupati per la situazione economica e in particolare per l’inflazione, mentre resta positivo l’atteggiamento nei confronti dell’UE e delle sue istituzioni. àˆ quanto emerge dal sondaggio Eurobarometro d’autunno appena pubblicato.
Il campione di oltre 30.000 cittadini europei preso in esame per il sondaggio, effettuato tra il 22 settembre e il 3 novembre scorsi, è diviso a metà   rispetto alla situazione economica nel Paese di residenza: se infatti il 48% dei cittadini dell’UE ritiene buona la situazione dell’economia nazionale, il 49% esprime un giudizio negativo. Gli ottimisti sono comunque in diminuzione (- 4%) rispetto al sondaggio precedente (primavera 2007). In netta crescita (+ 8%) la preoccupazione per l’aumento dell’inflazione, considerata dal 26% degli europei uno dei due problemi più importanti nel loro Paese, subito dopo la disoccupazione (27%).
Mentre il 48% dei cittadini europei ha fiducia nell’UE, solo il 34% mostra fiducia nel proprio governo nazionale e il 35% nel proprio Parlamento nazionale. Complessivamente, i cittadini dell’UE appaiono sempre più favorevoli alla presa comune di decisioni in seno all’UE, soprattutto per quanto concerne la lotta al terrorismo (81%), la tutela dell’ambiente (73%), la ricerca scientifica e tecnologica (72%) e l’energia (68%).
Resta piuttosto stabile la fiducia nelle istituzioni dell’UE (50% per la Commissione europea e 55% per l’Europarlamento), il 58% esprime soddisfazione per l’appartenenza all’UE e ne percepisce dei vantaggi, la maggioranza dei cittadini europei (61%) ritiene che la voce del suo Paese abbia un peso nell’UE, ma meno di un terzo (30%) si esprime in modo analogo rispetto alla rilevanza della voce individuale.

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here