Eurostat: diminuisce il tasso di disoccupazione in Europa

2635

Eurostat, l’Ufficio statistico dell’Unione Europea, ha recentemente pubblicato i dati relativi ai tassi di disoccupazione in Europa. Nella zona euro (UE-19) il tasso di disoccupazione è passato dall’11,1% registrato a giugno 2015, al 10,9% registrato durante il mese di Luglio. Si tratta del tasso più basso dal febbraio 2012 a oggi. Anche il tasso di disoccupazione UE ha registrato un miglioramento: infatti, nel mese di luglio è stato del 9,5%, un calo del 9,6% rispetto al mese di giugno del 2015 e del 10,2% rispetto a luglio 2014. Anche per l’UE si tratta del tasso più basso registrato dal giugno 2011: si stima che il numero di disoccupati nell’UE si aggiri intorno a 23.067, di cui 17.532 solo nel eurozona. Rispetto a giugno 2015, il numero di disoccupati è diminuito di 232.000 nell’UE-28 e di 213.000 nella zona euro.

Tra gli Stati membri, i tassi di disoccupazione più bassi durante il mese di luglio del 2015 sono stati registrati in Germania(4,7%), in Repubblica Ceca e a Malta (entrambi 5,1%), mentre i più alti risultano essere in Grecia (25% nel maggio 2015) e in Spagna (22,2%). Le maggiori diminuzioni sono state registrate in Bulgaria (dal 11,5% al 9,4%), in Spagna (dal 24,3% al 22,2%) in Grecia (dal 27% al 25% tra maggio2014 e maggio 2015), in Portogallo( dal 14,1% al 12,1%), in Irlanda (dal 11,3% al 9,5%) e in Croazia (dal 1,9 al 15,1%).  

Anche la disoccupazione giovanile è diminuita. Nell’UE è passata dal 22% nel mese di luglio 2014 al 20,4 nel luglio 2015, mentre nell’eurozona, nello stesso periodo di riferimento, si è passati dal 23,8% al 21,9%. Nel mese di luglio i tassi più bassi, relativi alla disoccupazione giovanile, sono stati registrati in Germania (7%) e a Malta (8,7%), mentre i più alti risultano essere in Grecia (51,8%), in Spagna (48,6%) e in Italia (40,5%).

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here