Un nuovo modello di istruzione e formazione entro il 2020

1398

Il 1o settembre la Commissione europea ha pubblicato un progetto rapporto congiunto per una nuova e migliore visione inclusiva riguardo all’istruzione ed alla formazione da realizzarsi entro il 2020. L’obiettivo di una maggiore inclusione sociale, da compiersi all’interno del percorso formativo dei ragazzi e attraverso una cooperazione rafforzata fra gli Stati membri, vuole essere uno stimolo per ridurre l’abbandono scolastico e contrastare l’esclusione sociale, ma anche una risposta alla diffusione dell’estremismo in ogni sua forma, in particolare dopo gli attentati di Parigi e di Copenaghen nel 2015.

Il cuore del Rapporto sono le sei nuove priorità indicate dalla Commissione europea al Consiglio:

  • abilità e competenze specifiche e di alta qualità, focalizzazione sui risultati relativi all’occupazione, innovazione e cittadinanza attiva;
  • istruzione inclusiva, volta all’uguaglianza, alla non discriminazione ed alla promozione delle competenze civiche;
  • istruzione e formazione aperte ed innovative, nel solco delle nuove tecnologie dell’era digitale;
  • forte sostegno agli educatori;
  • trasparenza e riconoscimento delle abilità e delle qualifiche al fine di incentivare l’apprendimento e la mobilità lavorativa;
  • investimenti sostenibili per un’efficiente sistema di istruzione e formazione.

Entro la fine dell’anno il Rapporto dovrebbe essere adottato da parte del Consiglio, offrendo un appoggio importante al Progetto Education and Training 2020 (ET 2020), nato nel maggio del 2009. Da allora esso offre alla Commissione, ai Paesi membri e agli istituti scolastici e di formazione una piattaforma grazie alla quale è possibile l’interscambio delle buone pratiche, informazioni e suggerimenti per quanto riguarda riforme attinenti a questi temi.

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here